CRONACAPRIMO PIANO

Il covid-19 fa “svendere” l’isola anche a ferragosto

Non tutti gli alberghi apriranno, la ricettività sarà dimezzata eppure trionfa ancora la strategia “suicida”: prezzi osceni anche ad agosto e nella settimana di Ferragosto, e vi regalano anche l’aliscafo. Vi mostriamo alcuni esempi pratici di masochismo made in Ischia

La stagione turistica non ha ancora preso il via. Anche se ci sono una serie di segnali che lasciano intendere come uno sprazzo di stagione riusciremo a viverlo anche sulla nostra isola, a giudicare almeno dalle strutture che si preparano ad aprire i battenti, in particolare tra la fine di giugno e i primi giorni di luglio. Certo non tutti lo faranno e magari gli alberghi non potranno essere completamente gremiti in virtù delle attuali norme relative a distanziamento sociale e tutto quanto rientra nelle normative anti-contagio da Covid 19. Eppur si muove, verrebbe voglia di dire, ma come al solito dalle nostre parti nella maniera peggiore. Gli alberghi avranno meno camere da poter occupare, dicevamo. Verrebbe da pensare che non tutti i mali vengono per nuocere: non tutti potranno permettersi di andare in vacanza, si pensa, e allora quale migliore occasione (dovendo fare necessariamente selezione) che alzare il target dell’offerta?

E’ una scelta sulla carta logica, sensata, invece ancora una volta quello che succede a Ischia ha dell’incredibile. Ancora una volta si decide di abbassare il prezzo, quasi per timore di non riuscire ad essere competitivi e magari rimanere vuoti. Ma la cosa più pericolosa che è uno spaventoso low cost viene adottato nel mese di agosto e addirittura finanche nella settimana di ferragosto. Vi raccontiamo di formule roulette con alberghi 4 stelle superiori offerti alle seguenti tariffe: dal 19 luglio al 2 agosto 359 euro a persona per sette notti in pensione completa, bevande include e, udite udite, con l’aliscafo pagato. Ma per gli stessi servizi e standard si può scegliere anche un soggiorno di tre notti ad appena 199 euro al giorno. Dal 2 al 9 agosto invece? Tranquilli, sette notti vi costano 459 euro (in un albergo di Capri non vi farebbero nemmeno entrare per una notte, probabilmente) e non pensate che cambi granché nella settimana di altissima stagione. Il costo complessivo pro capite del soggiorno ammonta a euro 579 comprensivo di pensione completa, bevande incluse, aliscafo gratuito, animazione e finanche il gran galà di Ferragosto compreso nel prezzo. Insomma, manca davvero solo che vi vengano a prendere a casa e il quadro sarebbe completo. Vi risparmiamo il resto per senso del pudore.

Potremmo illustrarvi anche altre promozioni, come quelle dell’albergo foriano in cui se non altro i prezzi sono leggermente più alti anche se l’aliscafo resta compreso nel prezzo, giusto per non far mancare nulla all’aspirante vacanziere dell’isola. A proposito, oltre al trasporto marittimo c’è anche un omaggio a scelta, anche se va detto che non viene indicato di cosa si tratta. Ma fosse pure un “cioccolatino”, con le tariffe praticate ci sarebbe comunque da dire “grazie e arrivederci”.

A proposito, per chi pensa che Ferragosto sia una data da “circoletto rosso” e improponibile ai comuni mortali, vi rammentiamo che si può anche scegliere un soggiorno di tre notti nel periodo compreso tra il 14 e il 19 agosto al prezzo decisamente light di 179 euro. Sempre in pensiona completa, sempre bevande comprese e sempre aliscafo incluso. Insomma, niente, come la metti metti la musica da queste parti rimane sempre la stessa. Altro che trasformare il Covid-19 in una opportunità. La speranza è che con prezzi del genere si riescano a garantire i livelli occupazionali. Sarebbe davvero l’unica consolazione.

Ads

Articoli Correlati

3 Commenti

  1. Risparmieranno sul personale come al solito che invece di lavorare le solite 10/11 ore li faranno smazzare fino a notte fonda.Dovrebbero vergognarsi di svendere l’isola più bella del mondo per pochi spiccioli.

Rispondi

Back to top button