CULTURA & SOCIETA'

Il Vinitaly 2022 ai nastri di partenza: parte il countdown per la 54ma edizione

Al via domenica 10 aprile a Verona il Salone Internazionale dei Vini e Distillati: grandi attese e nuove prospettive per le aziende campane. Ischia presente con le maggiori aziende dell’isola

Finalmente si riparte: la più grande rassegna al mondo dedicata al vino ritorna a far parlare di sé, dopo lo stop forzato di due anni a causa della pandemia. Un’edizione attesa dai tanti addetti ai lavori che tra Covid e crisi, ed ora anche la guerra, guarda con slancio ed ottimismo alle tante novità in programma presso il quartiere fieristico di Veronafiere, dal 10 al 13 aprile. Un salone sempre più internazionale e digitale, orientato su incontri selettivi e dedicati, nuovi investimenti e un rapporto sempre più stretto con la città e i wine lover con concerti, degustazioni e masterclass, nel bellissimo centro storico. Due anni di assenza che sembrano non pesare sulla fiducia e sull’entusiasmo degli organizzatori, tanto da parlare di Salone del futuro per questa 54ma edizione. «Dopo due anni di assenza, Vinitaly ritorna alla sua collocazione originale, con un quadro espositivo che lo riporta idealmente alle edizioni pre-pandemia – ha dichiarato il presidente Maurizio Danese nel corso della conferenza stampa di presentazione tenutasi a Roma – Un risultato non scontato che, nel confermare la centralità della manifestazione, premia il piano di sviluppo di Vinitaly iniziato già nel 2018 e perfezionato proprio in questi ultimi due anni, lungo tre filoni: potenziamento del business in fiera, selezione degli operatori e incremento della quota estera». Sono infatti oltre 700 i top buyer provenienti da 50 paesi accreditati, in testa la delegazione del Nord America, accolti dalla città tra le più amate al mondo e che si prepara ad un’accoglienza molto ben organizzata anche nel futuro, come ricorda il sindaco di Verona Federico Sboarina: «Da qui ai prossimi anni vedrete una città e un Vinitaly diversi, arriverete a Verona e in fiera con l’alta velocità, troverete uno dei più grandi parchi urbani a livello europeo e un nuovo casello di ingresso di Verona Sud, che migliorerà la viabilità. Le indagini sugli espositori di Vinitaly – ha concluso il sindaco della città scaligera – premiano Verona quale valore aggiunto della manifestazione che coinvolge anche gli appassionati con Vinitaly and the city: un modo per vivere la città e lasciare il business in fiera». Ma non va tutto bene, ce lo ricorda nel suo intervento il Ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli: «Non mi accontento che il vino italiano sia il secondo al mondo per valore delle esportazioni e il primo per quantità. Il settore è costretto ad affrontare alcune criticità a partire dall’aumento dei costi di produzione e delle materie prime, difficoltà destinate ad aumentare con il prolungarsi della crisi. Non va tutto bene – ha proseguito Patuanelli – anche per gli attacchi al mondo del vino, in particolare quelli legati al Nutriscore e al temuto bollino nero. Un’ipotesi non accettabile, che l’Italia farà il possibile per scongiurare». E mentre ilCovid continua ad imperversare tra noi, al centro della manifestazione, la massima attenzione sarà data alla sicurezza: super green pass obbligatorio per gli operatori nazionali, integrato dal tampone in caso di difformità̀ rispetto a quello italiano per i buyers internazionali, per salvaguardare il business delle aziende espositrici. E a proposito di compratori e mediatori, tanti saranno comunque gli operatori esteri, in una mappa che copre le aree più strategiche, dall’Atlantico al Pacifico fino all’Europa e, da quest’anno, anche all’Africa. Grandi assenti saranno le delegazioni russe, mancanza dovuta alla guerra in Ucraina e, anche in questo, il Vinitaly farà la sua parte: il ricavato di wine tasting e masterclass sarà devoluto alle iniziative per l’accoglienza dei profughi ucraini, con la speranza che si arrivi presto a un’intesa di pace.

Il vino ischitano tra conferme e aspettative

Non tutte le aziende vitivinicole ischitane saranno presenti nei padiglioni di Veronafiere, qualcuno, come le Cantine di Crateca dei Fratelli Castagna, ha già partecipato all’anteprima del Vinitaly nei mesi scorsi. La storica Casa D’Ambra sarà presente con il suo stand, come da tradizione, nel padiglione 7 dedicato ai “grandi” brand del vino italiano. La novità è che nello stesso stand si potranno degustare i pluripremiati vini della cantina Antonio Mazzella di proprietà dei fratelli Nicola e Vera Mazzella che, per questa edizione, lascerà lo stand della Regione Campania per accogliere gli operatori interessati in uno stand più grande e tutto dedicato all’isola. Grandi sono le aspettative nel padiglione B interamente dedicato alla regione Campania. Qui, come da tradizione, una collettiva di imprese del settore vitivinicolo è stata organizzata dalla Camera di Commercio di Napoli, in collaborazione con l’Unione Regionale delle Camere di Commercio della Campania e con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania. Attesi numerosi buyers esteri, diversi e tutti interessanti saranno i seminari e gli eventi dedicati al vino campano, dall’Irpinia al Sannio…..passando per Ischia. Sotto i riflettori, nel grande padiglione della regione, le due aziende outsider dell’isola, le Cantine Cenatiempo e l’azienda Tommasone Vini. Proprio quest’ultima, egregiamente condotta dall’enologa e proprietaria Lucia Monti è reduce dall’introduzione di grosse novità come il vino in anfora e il metodo classico affinato in mare. Attesa e presentata al Vinitaly 2022 sarà la nuova Forastera di recente imbottigliamento. Rispetto del territorio e massima attenzione in cantina sono al centro della produzione della piccola e preziosa realtà vitivinicola di Pasquale Cenatiempo, attivissimo sul mercato estero con eccellenze come il Kalimera, la Biancolella pluripremiata dalla prestigiosa rivista Decanter. Vini dagli affinamenti in bottiglia leggermente più lunghi per un volto ancora più particolare e unico dei superbi vini dell’Isola.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex