Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Ischia, colpo di mano negli alberghi “anti parcheggio” per raccogliere campioni d’acqua

Avevamo creduto, ma evidentemente nonostante l’età matura siamo ancora troppo ingenui, che la pronuncia del Tar relativamente al parcheggio di San Ciro, avesse chiuso il braccio di ferro tra le parti in causa. Albergatori sconfitti davanti alla magistratura amministrativa, Comune di Ischia vincitore su tutta la linea: rullo di tamburi, fuochi d’artificio e possibilità per gli uomini della Santoro Costruzioni di riprendere i lavori senza ostacoli di alcuna natura. Semplice, in fondo, come bere un bicchiere d’acqua. Termale, magari, visto che l’oggetto del contendere sono soprattutto le falde e gli eventuali danni che potrebbero derivare da scavi effettuati sotto il livello del manto stradale così come previsto nel progetto. E invece ecco che la vicenda di queste opere da realizzarsi per portare a compimento questo parcheggio multipiano, assume connotati a tinte fosche, sui quali verrebbe quasi voglia di fare qualche simpatico paragone se non fosse che alla fine c’è ben poco da scherzare. Perché secondo alcune indiscrezioni che ci ha fornito qualche soggetto bene informato dei fatti, e che evidentemente nutre timore in dosi massicce avendo chiesto di poter rimanere trincerato nell’anonimato, si sarebbe verificata una storiaccia, roba da “polizia politica” o se preferite da KGB, che ha lasciato le vittime di questa operazione assolutamente disorientate e inizialmente anche senza parole.

Che ci crediate o no, è accaduto esattamente quanto stiamo per raccontarvi. Nelle prime ore della mattinata gli uomini della polizia municipale di Ischia – guidati tuttora dal comandante Giovan Giuseppe Pugliese, in odore di sostituzione con Chiara Boccanfuso, insieme al consigliere comunale Paolo Ferrandino e sembra anche ad un esponente della giunta municipale, si sono recati in alcuni alberghi di proprietà degli imprenditori dissidenti. Secondo quanto racconta il nostro informatore, lo avrebbero fatto con modi tutt’altro che cortesi ed accompagnati da analisti provenienti da un non meglio precisato laboratorio (crediamo che si tratti dello stesso utilizzato per le analisi che poi l’ente pubblico ha prodotto dinanzi ai giudici del Tar, ma dobbiamo giocoforza andarcene per idea). L’obiettivo, tutt’altro che celato, era quello di effettuare prelievi dai pozzi termali delle strutture ricettive, alla ricerca di ipotetici inquinamenti della falda termale, ovviamente già esistenti.

Una forzatura bella e buona, un atto presumibilmente non consentito e dunque “contra legem” ma al quale sembra che almeno due albergatori – forse intimoriti, forse colti alla sprovvista – non si sarebbero opposti. Ma quali sarebbero le finalità che hanno ispirato l’amministrazione in questo vero e proprio raid? In questo caso, la risposta non può che essere una e scontata: pararsi il “sedere” da eventuali azioni degli albergatori in caso di possibili inquinamenti della falda, conseguenti ai lavori effettuati ma non solo. I fatti, che per la cronaca si sono verificati nella mattinata di martedì, rappresentano a nostro avviso una intollerabile “invasione di campo”, magari tesa anche a voler mettere pressione su chi potrebbe rivolgersi al Consiglio di Stato per appellare la decisione del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania. Una caduta di stile, e crediamo di essere stati anche abbastanza generosi. Si poteva chiedere un intervento dell’Arpac e magari fissare un appuntamento preventivo con gli imprenditori. Ma l’impressione e la morale è che in quel del palazzo municipale di via Iasolino sia stato commesso un clamoroso autogol: un’iniziativa del genere, infatti, lascia facilmente intendere che sindaco e brigata potrebbero non essere così convinti che i lavori del parcheggio non causino l’inquinamento della falda. Mettere le mani avanti, in fondo, non può avere una spiegazione diversa.

Gaetano Ferrandino

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x