CRONACACULTURA & SOCIETA'

La festa di Sant’Anna cerca sponsor

Pubblicato l’avviso pubblico per la ricerca di finanziatori dello storico appuntamento in programma nella Baia di Cartaromana. C'è tempo fino al 19 luglio per partecipare

C’è tempo fino alle 11 del 19 luglio per poter sponsorizzare la festa di Sant’Anna. Il Comune, infatti, ha chiesto aiuto ai privati per finanziare l’87edima edizione della Festa a mare agli Scogli di Sant’Anna. Si tratta di un’ottima vetrina per le aziende che sceglieranno di apporre il proprio marchio sulla festa che quest’anno sarà narrata dall’inconfondibile voce dell’attore e regista Giancarlo Giannini e le sonorità di Carlo Faiello.

L’avviso pubblico a firma del dirigente architetto Consiglia Baldino è chiaro: “Ai soggetti individuati come sponsor, il Comune di Ischia garantisce, in linea generale, e tenendo conto dell’entità della sponsorizzazione: – L’associazione del logo/marchio/nome dello sponsor a tutti i materiali di comunicazione e promozione dei progetti/iniziative/attività (manifesti, opuscoli, ecc.) in qualsiasi modo divulgati; – la visibilità nella conferenza stampa di presentazione delle attività sponsorizzate; – la caratterizzazione degli spazi dove si svolgeranno le iniziative sostenute dagli sponsor selezionati”. Imprese, anche individuali, società, associazioni, enti, fondazioni, cooperative, consorzi, raggruppamenti temporanei di imprese, istituzioni, comitati e privati, in qualunque forma costituiti, potranno sponsorizzare una delle barche allegoriche, lo spettacolo di fuochi pirotecnici ed incendio del Castello, il service audio luci proiezioni video, gli allestimenti scenografici ed installazioni artistiche o uno degli spettacoli in programma nei giorni della festa.

La scelta dell’Amministrazione Comunale di Ischia, guidata da Enzo Ferrandino, non deve scandalizzare. Sono anni che i privati partecipano economicamente alla realizzazione di manifestazioni pubbliche o alla manutenzione di opere pubbliche. È il caso di tante aziende che ‘adottano’ un’aiuola e provvedono alla cura del verde e dei fiori piantati, oppure di grandi griffe mondiali che adottano dei monumenti e ne curano il restauro (Roma e Firenze ne sono piene). Ed allora nulla di cui scandalizzarsi se l’amministrazione comunale chiede aiuto ai privati. La legge lo prevede nel rispetto dei principi di trasparenza, parità di accesso e libera concorrenza, al fine di favorire una migliore qualità dei servizi prestati ai cittadini, consentendo contestualmente un contenimento della spesa pubblica. Ed è per questo che l’amministrazione targata Enzo Ferrandino ha inteso “procedere all’individuazione di possibili sponsor per gli eventi della “Festa a mare agli scogli di Sant’Anna – 87esima edizione anno 2019”.

La festa è in programma, come di consueto, per il prossimo 26 luglio e preceduta dalla Processione via mare delle partorienti verso la Chiesetta di Sant’Anna (alle 19 del 25 luglio) e sarà quest’anno completamente “plastic free”. Le aziende che contribuiranno alla festa potranno versare una somma anche di lieve entità. Ma per sponsorizzare una barca occorreranno 7.500 euro. Maggiore il costo dell’incendio al Castello la cui sponsorizzazione costa 20mila euro. Stessa cifra anche per il service audio luci che saranno impiegati per le proiezioni video dal 24 al 26 Luglio. Minore il costo degli allestimenti scenografici ed installazioni artistiche (sempre dal 24 al 26 Luglio) la cui sponsorizzazione è fissata per 3.500 euro.  (Iva esclusa). Per gli spettacoli vari nella tre giorni di festa si potrà spendere fino a 16.300euro. 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close