CULTURA & SOCIETA'

La moderna iniziativa del comune d’Ischia: una “Casa dell’Acqua” per ischitani e turisti a costo popolare

Alla “Casa dell’Acqua” ci si potrà fornire di acqua liscia al costo di 5 centesimi a litro e di acqua frizzante al costo di 10 centesimi a litro. Oltre al pagamento in monete, sarà possibile acquistare una card elettronica ricaricabile che potrà essere utilizzata per il pagamento

Da oggi l’acqua a Ischia si prende… con la tessera. Sembra essere tornati nel dopoguerra con un film già visto, quando effettivamente il pane lo si prendeva con la tessera e l’acqua potabile andava presa con i secchi facendo la fila presso i fontanini del paese. Ma tutto questo non c’entra con l’lniziativa della Casa dell’Acqua inaugurata presso il polifunzionale di Ischia. Anzi si tratta di una moderna “concessione” a bassissimo costo che gli ischitani e i turisti apprezzeranno.

L’impianto per il prelievo dell’acqua, è stato installato a via Morgioni, nell’area esterna del Centro Polifunzionale e nei pressi del nuovo campetto playground “Petrosino” e dell’area giochi. Una zona che fino a qualche anno fa era avvolta nel degrado e che invece oggi non solo è stata rivalutata, ma è stata trasformata  anche in un luogo di riferimento dove si potrà beneficiare di vari servizi. Inutile sottolineare quanto sia importante avere sul territorio una “Casa dell’Acqua”: meno plastica e quindi meno inquinamento e più risparmio per i cittadini. E’ bene sottolineare che la nuova “Casa dell’Acqua” è stata fortemente voluta dal sindaco di Ischia Enzo Ferrandino e dall’Assessore all’Ambiente Carolina Monti ed è stata installata senza alcun costo per il Comune di Ischia (e quindi per i cittadini) grazie ad un’interessante sinergia tra l’ente comunale e l’azienda Sinergy Italia srl. Alla “Casa dell’Acqua! ci si potrà fornire di acqua liscia al costo di 5 centesimi a litro e di acqua frizzante al costo di 10 centesimi a litro. Oltre al pagamento in monete, sarà possibile acquistare una card elettronica ricaricabile che potrà essere utilizzata per il pagamento. I cittadini che hanno partecipato all’inaugurazione di mercoledì scorso hanno ricevuto gratis la card pagando solo la ricarica di 10 euro. 

Presenti all’ inaugurazione l’Amministrazione comunale di Ischia con il sindacp Enzo Ferrandino e l’assessorfe allmbiente del Conune Capoluogo Carolina Monti insieme alla dott.ssa Tina Monti (Presidente Ass.Culturale “Megaride Felice” e Componente C.P.O. Regione Campania) e al Dott. Angelo Coviello (Responsabile Sinergy Italia srl). L’auspicio è che sempre più cittadini possano piano piano usufruire del servizio ottenendo quindi un risparmio per loro e al tempo stesso dando un contributo importante alla riduzione dell’uso della plastica. Non si è esclude la possibilità di installare anche altre “Case dell’Acqua” in altre zone del territorio laddove ci dovesse essere una forte richiesta e un forte interessamento della cittadinanza ischitana. Il dott, Angelo Coviello illustra per Il Golfo i termini dell’iniziativa:“E’ una fontana pubblica che torna ad essere, come un tempo, un luogo di socialità e un momento di benessere. si introduce l’importo dovuto tramite tessera; segue l’erogazione dell’acqua, la tessera è disponibile e va ricaricata unicamente presso le rivendite autorizzate.il servizio è offerto a tutti i cittadini.24 ore su 24, 7 giorni su 7, salvo brevi interruzioni per manutenzioni ordinarie.Per segnalazione guasti, telefonare al gestore e prontamente verrà ripristinato l’utilizzo”. 

È l’acqua dell’acquedotto sottoposta ad oltre 1000 analisi all’anno, ulteriormente microfiltrata e refrigerata. Viene erogata sia naturale che gassata. L’acqua arriva direttamente dalla fonte e attraverso la rete senza essere immagazzinata, è microbiologicamente pura. Se non ci sono consumi automaticamente viene effettuata un’erogazione a perdere così da averla sempre “fresca”. Le caratteristiche dell’acqua sono riportate in tabella esposta presso la relativa Casa dell’acqua. Le analisi eseguite servono a certificare l’assenza di batteri o di sostanze estranee e a controllare che tutti i parametri siano nella norma. Sono inoltre controllati periodicamente anche tutti i valori che testimoniano la qualità dell’acqua. In caso di parametri fuori norma, il distributore di acqua viene chiuso, si approfondiscono le analisi e si interviene per risolvere la situazione nel più breve tempo possibile”

info@ischiamondoblog.com

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Rossy

Che dire, più si va avanti e più non si finisce mai di stupire. E noi cosa dovremmo fare? Ringraziare pure per un bene che ci spetta come l’aria che respiriamo.
La casa dell’acqua, mio dio. Ognuno può usufruire di questo bene prezioso nelle proprie case con i propri rubinetti. Si dice che l’acqua è controllota e si può bere. Ma allora perchè tutti comprano confezioni di qualsiasi marca di acqua? Ci dobbiamo fidare della nostra acqua che scorre dai nostri rubinetti? A quanto pare no. Quindi il sindaco di ischia crea la casa dell’acqua per turisti e cittadini a costo POPOLARE. E perchè poi di questa acqua ci dovremmo fidare? Chi ci assicura? Ah si, ce lo assicura i 5 e 10 centesimi che si pagano per berla.

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex