CRONACA

LA NOTA Ugl, ancora fuoco sull’Eav: azienda assente

Dura nota dell’organizzazione sindacale che denuncia nuovi disagi che si registrano sulle linee, successive alla figuraccia maturata nel ponte pasquale quando si svolse il servizio in forma ridotta

Questa organizzazione sindacale è continuamente costretta a denunciare lo stato di latitanza dei vertici aziendali di fronte alle inadempienze ed alle problematiche che coinvolgono l’utenza ed il personale di bordo. Dopo la figuraccia di Pasqua con il servizio ridotto, continuano i disservizi. Ormai l’Azienda è assente anche attraverso i canali ufficiali legati all’attività sindacale e, come struttura al fianco dei lavoratori, ligia alle regole ed ai regolamenti e rispettosa della clientela, è doveroso informare l’utenza e scusarsi per i continui disagi che si stanno registrando sulle linee. Com’è ampiamente noto, le circolari sono interrotte per il limite di peso, introdotto con un’ordinanza della Città Metropolitana sul ponte di Buonopane, la CD è servita con autobus di piccole dimensioni (Pollicino) che limitano il percorso a Cava Grado e poi ritornano come CS.

I bus che partono dal Porto di Ischia come CS effettuano la stessa operazione mutando in CD. Tali modifiche non sono opportunamente evidenziate al Capolinea di Ischia Porto con avvisi ed in particolare nei turisti si manifesta confusione e senso di disorientamento e per lo più essi sono costretti a pagare due biglietti o ad acquistarne di altra tipologia e quindi più cari. Gli stessi orari esposti al pubblico non sono attendibili in quanto i transiti subiscono ritardi per le modifiche del percorso. Sarebbe bastato modificare le linee con altre denominazioni numeriche per non creare confusione all’utenza e registrare continue lamentele che si ripercuotono sul personale di bordo. Il Responsabile aziendale locale, ben conoscitore del territorio e delle linee in quanto costantemente impegnato in operazioni di monitoraggio con i veicoli aziendali, ha manifestato spiccata solerzia ed attenzione durante l’emergenza Covid con il legittimo controllo del green pass ed il corretto utilizzo delle mascherine dei dipendenti, ma allo stato si dimostra insensibile ed assente di fronte a tali problematiche nonostante fosse stato più volte invitato ad intervenire così come per i problemi legati ai lavori di metanizzazione di Buonopane ed altre criticità. E pensare che il periodo turistico non è ancora entrato nel vivo, mentre le inefficienze sono sempre di alta stagione.

IL COORDINAMENTO UGL ISOLE ISCHIA E PROCIDA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex