Statistiche
CRONACA

Lavori al posteggio, i tassisti foriani scendono in piazza

Le rappresentanze sindacali di Unimpresa e Sitan hanno indetto un sit in di protesta che si svolgerà venerdì dalle 11 alle 14: nel mirino l’area portuale del Comune del Torrione, da tempo cantiere a cielo aperto

La misura, all’improvviso, è evidentemente diventata colma. Una serie di lavori che impedivano alla categoria di riuscire a svolgere la propria attività lavorativa (già decisamente limitata in periodi di covid, visto il restringersi della stagionalità) ha fatto andare su tutte le furie i tassisti di Forio, stanchi dei continui lavori che continuano ad essere eseguiti in piena estate nella zona portuale dove sorge tra l’altro il loro posteggio, hanno deciso di far sentire alta la voce della loro protesta e di scendere in piazza. A renderlo noto le rappresentanze sindacali di Unimpresa/Mobilità e Sitan/Atm, Raffaele Serpico e Pasquale Ottaviano.

Nella nota indirizzata al sindaco di Forio Francesco Del Deo ed al comandante della polizia municipale Giovan Giuseppe Iacono si legge quanto segue: “Visto che le nostre richieste di chiarimento sullo stato dei lavori afferenti al servizio Taxi l porto di Forio; considerato che allo stato non è dato ancora conoscere quale sarà la sistemazione del posteggio taxi in quell’area strategica per il servizio di trasporto non di linea; rilevato la indisponibilità del sindaco a ricevere il sindacato richiedente un confronto di merito sul progetto di sistemazione del posteggio nell’ambito dell’area portuale che abbia caratteristiche di visibilità, facile accesso ed efficienza;

preso atto che nella giornata di oggi 19 Lug, benché convocati per le ore 11,10, non è stato consentito l’accesso all’ufficio del sindaco. Ciò premesso, di fronte alla grave scortesia istituzionale, alla mancanza di rispetto della categoria e della sua rappresentanza di interessi, si proclama lo stato di agitazione della categoria Taxi di Forio. Prima azione tesa a rendere visibile e percepibile all’opinione pubblica la grave situazione di crisi che non garantisce il minimo reddito per il servizio e per oltre 40 famiglie sarà lo svolgimento di una pubblica assemblea nell’area di posteggio dei taxi e nei pressi della sede comunale. L’iniziativa si svolgerà il giorno 23 Lug. 2021, dalle ore11,00 alle ore 14,00”. Insomma, in un’estate in cui sull’isola in genere i cantieri hanno rappresentato un vero e proprio incubo, bisognava aspettarsi che a qualcuno il boccone amaro non andasse giù.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x