ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Maria Grazia Bisogno vince il contenzioso col Comune di Forio

ISCHIA. Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Napoli, Erminia Catapano, lo scorso 28 gennaio con la sentenza 842/2016 ha accolto il ricorso presentato contro il Comune di Forio da Maria Bisogno, ex Segretaria del Comune di Forio, e ha condannato l’ente al pagamento della somma annuale di € 9.296,23, a decorrere dal gennaio 2011, oltre agli interessi legali maturati e le spese legali. «I nodi stanno venendo al pettine», ha dichiarato l’avvocato Carmine Bernardo, legale della dottoressa Bisogno, dopo la decisione del magistrato, su una vertenza originata da una delibera emanata nel 2010 dall’allora sindaco Franco Regine, che riduceva di oltre il 50% l’indennità di posizione fino a quel momento percepita dalla Bisogno. La dichiarazione dell’avv. Bernardo va contestualizzata: non sono un mistero i forti contrasti che opposero la Segretaria Comunale all’amministrazione foriana dell’epoca, principalmente al sindaco Regine e all’ex responsabile dell’ufficio tributi, Enzo Rando. La dottoressa Bisogno aveva infatti più volte denunciato alla Corte dei Conti varie presunte irregolarità proprio nella gestione economico-finanziaria, situazione che avrebbe originato una fortissima tensione, se non una vera e propria “guerra fredda”, nell’ambito della quale il sindaco arrivò a decidere di non riconfermare la Bisogno nel suo ruolo. Tuttavia, con un ricorso ex art. 700 cpc l’avvocato Carmine Bernardo riuscì a ottenere giudizialmente con un provvedimento d’urgenza la riconferma della Segretaria comunale. In questo contesto, di fortissima contrapposizione,  andrebbe appunto inquadrato il “retroterra” su cui maturò il provvedimento “punitivo” di riduzione dell’indennità decisa nei confronti della Bisogno.  Ma ora il giudice ha dichiarato l’illegittimità della delibera di giunta del 31 dicembre 2010, con la quale furono approvati i criteri e i parametri per la determinazione della maggiorazione della retribuzione di posizione, quantificando nel 23%, rispetto al precedente 50%, l’entità della maggiorazione della retribuzione di posizione spettante alla Segretaria Comunale, riducendo così in modo rilevante (precisamente del 54%) la retribuzione della dott.ssa Bisogno.

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex