ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

Le terme di Ischia tra le otto da visitare perché uniche al mondo e gratuite

Questa volta è l’Huffington post a dedicare un articolo alle otto località termali gratuite d’Italia in cui si dovrebbe andare almeno una volta nella vita. Da Bormio alle terme di Vulcano in Sicilia, l’Italia offre una scelta straordinaria e naturalmente non poteva mancare Ischia. “Il ritorno dalle vacanze – scrive il noto aggregatore statunitense – è sempre traumatico e, se riprendere le attività giornaliere può causare malumori, pianificare il prossimo viaggio può aiutare a risollevare lo spirito. I dati di momondo.it confermano, infatti, che quasi metà degli italiani (54%) soffre del cosiddetto “holiday blues” – ammettendo di sentirsi triste o demoralizzato dopo le ferie – e quasi un quarto (23%) ammette che cercare una nuova meta da visitare li aiuti a rendere più gradevole il rientro. Per ispirare e supportare gli italiani in questo momento ecco la lista delle 8 migliori terme gratuite – o quasi – in Italia, dove regalarsi del relax a portata di qualsiasi budget”.  Attraversa, così, l’Italia e lo fa senza portafoglio alla ricerca, da nord a sud, delle località termali dove potersi immergere senza pagare neppure un euro.  Per il Sud non poteva che fare riferimento a Ischia in modo particolare alle Terme libere di Sorgeto composte da acqua che risale dal fondale marino a 90°. “Bisogna fare attenzione alla bassa marea, – scrivono – poiché ad una temperatura così elevata si corre il rischio di ustione. In genere, il miscuglio di acqua bollente con l’acqua fredda del mare è piacevole anche d’inverno e regala una sensazione splendida a chi si immerge”. E ancora, le Fumarole nei pressi della località di Sant’Angelo. “La particolarità di queste falde termali è che presentano una risalita di vapori direttamente dalla sabbia della spiaggia dei Maronti. È il luogo ideale dove sostare a riposare la sera con la possibilità di un piacevole bagno al chiaro di luna: un’esperienza assolutamente indimenticabile!” . “Mi fa sempre piacere che si parli delle peculiarità di Ischia ma dare gratis o far percepire come gratis un prodotto unico al mondo, che dovrebbe essere un brand fatto pagare a peso d’oro, per me é piu un danno che un bene”, è questo il commento di Piero Iacono che a Ischia si occupa di marketing. In effetti, più che gloriarsi di essere in lista, bisognerebbe riflettere.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close