Statistiche
CRONACA

L’INTERVENTO Anche nei Comuni isolani si imponga l’utilizzo della mascherina

Nonostante l’epidemia da coronavirus in corso, in Italia i vari decreti del presidente del Consiglio  continuano incredibilmente a non obbligare ad indossare la mascherina alle persone  che escono di casa e che si recano in luoghi pubblici e chiusi come farmacie e supermercati. E così come abbiamo avuto modo di lamentare nei giorni scorsi, si tratta di una scelta incomprensibile che cozza incredibilmente con le restrizioni ordinate dal governo Conte in quanto, come confermano tutti gli esperti, se tutti indossassero la mascherina si limiterebbe il diffondersi del contagio perché se è vero com’è vero che questo elementare dispositivo di protezione non tutela direttamente chi lo indossa, è altrettanto vero che tutela tutti gli altri che con quest’ultimo possano avere a che fare. E visto che sull’isola d’Ischia per strada tra le poche persone che escono, tanti non indossano la mascherina, come dirigenti del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, fondato da Domenico Savio, riteniamo sia giunto il momento di intervenire immediatamente in tal senso attraverso l’emanazione di specifiche ordinanze da parte dei sindaci dell’Isola con cui imporre l’utilizzo della mascherina a tutti coloro che escono di casa e si recano in luoghi pubblici, E lor signori amministratori non ci vengano a dire che ciò non è possibile perché in Italia sono tantissimi i sindaci che lo hanno fatto come quelli di Cagliari, Capri, Ricaldone, Acqui Terme, Ardea e Forte dei Marmi, tanto per citare solo alcuni delle centinaia e centinaia di comuni dove si fa obbligo uscire con la mascherina.  Ed è veramente incomprensibile che ciò non sia stato ancora fatto  dal sindaco di Ischia Enzo Ferrandino visto che nei giorni scorsi il comune ha acquistato ben 16.000 mascherine distribuite tra la popolazione.  Cosa aspetta Enzo Ferrandino ad accettare la proposta del PCIM-L. Possibile che neppure in questi momenti tragici si riesca ad acquisire quella necessaria saggezza politica che possa produrre scelte amministrative che possano garantire  quanto è più possibile il contenimento del contagio indipendentemente da quelle che sono le direttiva nazionali e regionali? Ma stiamo scherzando? Ai rappresentanti amministrativi dei comuni, come quello di Ischia, che hanno acquistato migliaia di mascherine da distribuire alla popolazione, oltre all’emanazione di ordinanze ad hoc già adottate da tantissimi comuni italiani, reiteriamo la proposta del PCIM-L che una parte delle migliaia di mascherine acquistate venga consegnata agli agenti delle Forze dell’Ordine e dei Vigili Urbani che operano sul territorio comunale affinchè possano donarle a chi per strada gira senza, imponendo di indossarla sempre. Non farlo, soprattutto alla luce della nostra ben motivata proposta, sarebbe un fatto politicamente assurdo. Speriamo che Enzo Ferrandino e i suoi colleghi isolani da questo punto di vista possano avere un sussulto di umiltà

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
2 Commenti
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
mario

A patto che vengano distribuite gratis a tutti i cittadini(nel caso contrario farebbereo solo la fortuna degli sciacalli).Almeno 30 mascherine a nucleo familiare ma a Ischia si pensa solo a proteggere gli intoccabili che hanno cantieri aperti(nel chiuso dei cancelli dei locali di loro proprietà lontani da occhi indiscreti con rifornimenti di materiali nella notte e prima mattinata…vedi forio panza e forio citara)

Zorro

E pensano a controllare solo i passanti o le auto che circolano!ma!dormono?

Back to top button
2
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x