CRONACAPRIMO PIANO

L’ultimo saluto a Giovanna, Maurizio e Giovangiuseppe

Ieri mattina a Campagnano la celebrazione dei funerali della coppia di coniugi e del bambino di appena 21 giorni, vittime della frana del Celario. Il vescovo Pascarella nell’omelia: “La prima volta che ho visto quella bara bianca così piccola è stato come ricevere un pugno stomaco”. Oggi gli altri riti funebri, intanto denunciati tre “sciacalli”

Un altro calvario, un’altra mattinata caratterizzata da silenzio, riflessione, preghiera. Ieri si sono celebrate a Campagnano, nella Parrocchia SS. Annunziata, le esequie di Giovanna Mazzella, Maurizio Scotto di Minico e del loro figlioletto Giovangiuseppe, tre delle vittime della frana che ha seminato distruzione e morte al Celario e a Casamicciola lo scorso 26 novembre. Un colpo al cuore la piccola bara bianca al cui interno si trovava un bambino di appena 21 giorni, uno strazio per tutti coloro che dall’interno e dall’esterno della Chiesa hanno seguito la cerimonia officiata dal vescovo Gennaro Pascarella (presenti anche don Gino Ballirano e don Giuseppe Nicolella, ma per la funzione è arrivato anche don Carlo Candido). E proprio il pastore della Diocesi isolana, nel pronunciare la sua omelia, non ha potuto non soffermarsi sul dolore per una giovanissima esistenza strappata alla vita terrena. E lo ha fatto con parole pregne di significato: “La prima volta che ho visto quella bara bianca così piccola è stato come ricevere un pugno stomaco. Ci chiediamo inevitabilmente: perché la morte di un bambino? E perché tante giovani vite stronca nel pieno della loro esistenza? Di fronte a queste domande anche Papa Francesco ha detto di non sapere cosa rispondere. Ma se guardiamo il Crocifisso forse troveremo le risposte: solo la fede può darci consolazione di fronte a sofferenza e morte”. Poi Pascarella ha lanciato anche un monito: “Auspico che le istituzioni sappiano coniugare diritto alla casa e rispetto del territorio”. Un messaggio inequivocabile, mirato a quello che si dovrà fare e al modo nel quale si dovrà operare da qui in avanti, per evitare che tragedie come quella che ha flagellato l’isola abbia a ripetersi.

All’uscita delle bare (quella di Giovangiuseppe poggiata sulla madre, a testimonianza di un legame che nemmeno la morte potrà cancellare) palloncini bianche e tante lacrime. Ma il momento del pianto e del dolore non è ancora finito. Questa mattina alle ore 11 presso la Chiesa del Buon Pastore a Ischia si svolgeranno le esequie della famiglia composta dai coniugi Gianluca Monti e Valentina Castagna e dei loro figli Michele, Francesco e Mariateresa. Alle 16 a Lacco Ameno, invece, l’ultimo saluto a Mariateresa Arcamone, l’ultima dispersa ad essere ritrovata dai soccorritori. Sull’isola sarà ancora lutto cittadino, con scuole chiuse e attività commerciali invitate a tenere le serrande abbassate nella fascia oraria in cui si svolgeranno le funzioni religiose.

Nel frattempo bisogna registrare un fatto di cronaca assolutamente deprecabile. Durante un servizio anti sciacallaggio predisposto nella zona rossa, gli agenti del commissariato di polizia – guidati dal vicequestore Ciro Re – nel transitare in via Casa Mennella nella tarda serata di giovedì hanno notato tre persone che alla loro vista si sono nascosti dietro ad un furgone nel tentativo di eludere il controllo ma sono stati bloccati e trovati in possesso di diversi attrezzi atti allo scasso. Tre cittadini residenti a Forio – di 14, 17 e 22 anni, di cui due con precedenti di polizia – sono stati denunciati in stato di libertà all’autorità giudiziaria per possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli. I due minori, ovviamente, sono stati affidati ai familiari. Un episodio che lascia francamente senza parole ed evidenzia una volta di più come anche il nostro tessuto sia sempre più “inquinato” da fenomeni che un tempo certo non ci appartenevano. Se non ci si ferma nemmeno dinanzi a fatti del genere, non resta che alzare le mani. E, ovviamente, rassegnarsi al peggio.

FOTO FRANCO TRANI

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex