Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Marina di Casamicciola, mazzata per due dipendenti: condannati anche al rimborso

Il giudice del lavoro del Tribunale di Napoli, la dottoressa Roberta Manzon, nel corso della giornata di martedì ha emesso una sentenza con la quale ha rigettato il ricorso presentato da due dipendenti di Marina di Casamicciola che operavano all’interno dell’elisuperficie “Giovanni Paolo II”. Ma i guai non finiscono qui per i ricorrenti, che oltre a vedersi respinta l’istanza dal Tribunale di Napoli, dovranno anche mettere mano al portafoglio. Dalla lettura del dispositivo, infatti, emerge che il giudice Manzon ha condannato i due a rimborsare la partecipata comunale, che percepirà dagli stessi oltre 4000 euro. «La domanda – scrive il giudice – è infondata e va rigettata. La prima domanda ha ad oggetto l’indennità di alto rischio ex art. 35 bis CCNL dei dipendenti delle imprese e cooperative che gestiscono i servizi integrativi anti-incendio. Rispetto ad essa, parte resistente ha eccepito l’inapplicabilità al caso di specie della norma contrattuale (in quanto i ricorrenti non sono stati “chiamati ad interventi vicino a mezzi in fase di atterraggio e / o decollo”, ma hanno semplicemente assistito a decolli e atterraggi a distanza di sicurezza) e, comunque, l’assorbimento e/o  compensazione  di  essa  col  superminimo  riconosciuto  in  € 400,00 e con l’assegno assorbibile di €. 83,57; hanno eccepito la prescrizione quinquennale fino al 31.7.2010».

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x