ARCHIVIOARCHIVIO 3

Meglio un bagno che votare Orefice: così Piricelli

ISCHIA – Sono davvero molteplici gli spunti interessanti che emergono dall’indagine condotta in quel di Casavatore, relativa alle ultime elezioni amministrative e che vedono tra gli indagati anche l’attuale comandante della polizia locale della cittadina napoletana, il consigliere comunale di Ischia Antonio Piricelli. Gli investigatori ricordano che lo stesso telefonicamente chiede a diverse persone di votare per Salvatore Silvestri e Mauro Ramaglia, rispettivamente candidati a sindaco e consigliere comunale nella lista del Partito Democratico, cosa che in alcuni casi veniva garantito. E Piricelli davvero teneva parecchio ai due, basti pensare che c’è una intercettazione telefonica davvero sintomatica nella quale una elettrice riferisca al colonnello che lei voterà per Lorenza OREFICE nonostante le minacce subite da lei e suo marito da “quella gente la”, riferito alla fazione guidata da Salvatore Silvestri. Ed il consigliere ischitano, di fronte a questa affermazione, risponde in maniera piccata all’interlocutrice spiegando che la domenica è meglio che vada al mare piuttosto che alle urne…

DONNA: Senti quelli fanno uno più schifo dell’altro, per cortesia.

PIRICELLI:Eh ma questo questo è proprio il peggio.

DONNA: E va bene pero’ tu, lascia stare.

PIRICELLI: Oggi…oggi me ne rendo conto.

Ads

DONNA: Tu eh! ma perchè ieri non me ne sono resa conto pure io, che fanno uno più schifo di un altro, cioè quell’altra razza doveva indagare con chi io me la faccio, ma chi ve la da questa confidenza?

Ads

PIRICELLI: Ma chi?

DONNA: la razza Silvestri!

PIRICELLI: tu con chi te la fai?

DONNA: Io con chi me la faccio? io ho votato, io ho sempre detto che votavo a Lorenza Orefice, e la votero’ sempre.

PIRICELLI: Va bene.

DONNA: Quale è il problema? e no…e soprattutto mo che si so messi ad indagare su di me, ma dove è questa conferma? ma poi fanno le minacce, ma a chi minacciano?

PIRICELLI: Chi è che ti ha minacciato?

DONNA: Quelli minacciano! perchè non lo sai che minacciano?

PIRICELLI: Ah!

DONNA: Eh…come no! minacciano, digli che vengono un’altra volta.

PIRICELLI: Chi è che ti ha minacciato?

DONNA: Quella razza là, quella gente là!

PIRICELLI: Quella gente là, chi?

DONNA: io non ti nascondo che se non tenevo i bambini …domenica mi mettevo fuori la scuola, con la bella faccia mia e dicevo che mi fai! che mi fate! Strunzi.

PIRICELLI: Stai dicendo delle cose che non …ti capisci tu da sola, perchè io non ti capisco.

DONNA: Si mi capisco solo io perchè a me mi fanno schifo quella gente. Hai capito? perchè ieri praticamente hanno chiamato a mio marito dicendo che io con le mie amiche ce la facciamo con dottoressa Lorenza Orefice, ma che vogliamo fare? ma che significa questo “che vogliamo fare?”

PIRICELLI: ma lo hanno detto…lo hanno detto a te o a tuo marito scusami?

DONNA: a lui!

PIRICELLI: E quindi il tuo problema dove sta?

DONNA: E perchè quelli se lo dicono a me, lo sanno che gliene do un per bere e uno per sciacquare.

PIRICELLI: Ma il tuo problema quale è?

DONNA: io non mi tengo una parola.

PIRICELLI: Si ho capito, ma tu che stai tanto…su di giri…

DONNA: Infuocato

PIRICELLI: il tuo problema dove sta scusa?

DONNA: ma mi danno fastidio certe cose, perchè loro non possono….

PIRICELLI: un consiglio mio domenica vattene a mare, è meglio. Vatti a fare un bel bagnetto.

DONNA: Perchè scusa io che ci azzecco, no ma non ti preoccupare che io  non mi metto in mezzo a quella gente che mi fa pure schifo.

PIRICELLI: No ma il consiglio mio vatti a fare il bagno è meglio.

DONNA: No ! io devo votare

PIRICELLI: Ah devi votare?

DONNA: Devo votare e certo! e poi per dispetto devo andare.

PIRICELLI: fai bene.

DONNA: comunque, comunque a me non interessa, figurati, tanto chi sale sale comunque è una schifezza.

PIRICELLI: Va bene ci aggiorniamo ah.

DONNA: che è? ti ha dato fastidio?

PIRICELLI: No.

DONNA: ah e che all’improvviso piglia e…

PIRICELLI: Ho da fare sto un po impegnato, ci sentiamo con calma.

DONNA: Va bene. ciao

PIRICELLI: ciao

Un’altra intercettazione ritenuta abbastanza esplicativa è quella in cui Piricelli viene contattato contattato dal suo più stretto collaboratore Maresciallo Vincenzo Orefice, il quale gli dice che i manifesti elettorali vanno immediatamente oscurati. L’utilizzo di un linguaggio criptico da parte dell’Orefice è sicuramente dovuto al fatto che lo stesso si riferisce ai manifesti elettorali dell’altro candidato sindaco Lorenza Orefice, tant’è che lo stesso usa espressioni tipo “non farmi parlare al telefono” e “capiscimi”…

PIRICELLI: Vincenzo!

OREFICE: Comandante, scusate ma i manifesti so stati oscurati?

PIRICELLI: No, perchè

OREFICE: Ed avete chiamato l’ufficio elettorale (incomprensibile)

PIRICELLI: Ho chiamato a Lello, e pure il segretario ha chiamato

OREFICE:e… capiscimi non mi fare parlare assai per telefono, mimmo scusami non fare parlare assai…

PIRICELLI: Tutto a posto, tutto a posto.

OREFICE: Si devono oscurare urgentemente.

PIRICELLI: E ma non è..purtroppo io sono andato pure all’ufficio elettorale, il segretario ha chiamato e mo strappano quelle cose

OREFICE: E tu (incomprensibile) all’ufficio elettorale urgentissimamente si devono oscurare quei manifesti.

PIRICELLI: Va bene va bene

OREFICE: Capiscimi.

 

 

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex