CRONACA

Mobilità, Luigi Muro lancia gli “Stati Generali della Viabilità”

Per il candidato a sindaco della lista “Procida per tutti” bisogna coinvolgere l’intera comunità e stilare un piano complessivo. Le proposte dell’avv. Mariano Cascone

Così come ci apprestiamo a vivere quello che storicamente, ed anche in epoca post lockdown, rappresenta il momento più intenso della stagione turistica, anche per la politica isolana, alle prese con l’appuntamento elettorale comunale del prossimo 20 e 21 settembre, si avvicinano i “giorni caldi” per la definizione e presentazione di programmi e liste che, come previsto dalla normativa vigente, devono essere ufficialmente formalizzati agli uffici comunali preposti dalle ore 8.00 del 30° giorno alle ore 12,00 del 29° giorno antecedenti la data della votazione.

Più di uno gli spunti alla riflessione lanciati dalle due compaginiin campo attraverso i social, tra questi il sasso nello stagno lanciato, nei giorni scorsi, dal candidato a sindaco, avv. Luigi Muro, e ripreso dall’avv. Mariano Cascone, tra i componenti della “squadra” di “Procida per tutti”, il quale, in un post sulla sua pagina Fb, ha toccato uno degli argomenti più ostici e divisivi per la comunità procidana da quando, siamo tra gli anni ’80 e ‘90, si è cercato di porre un freno, in modo particolare nei mesi estivi, a un sempre crescente traffico veicolare.

“Il recente episodio dell’ordinanza sulle targhe alterne – scrive l’avv. Cascone – rappresenta il paradigma di come non si dovrà mai più affrontare la questione della viabilità e traffico a Procida.

Un provvedimento modificato 5 ore prima della sua entrata in vigore sull’onda della protesta popolare. Perché i cittadini non sono birilli sulla cui pelle fare esperimenti o testare caotiche disposizioni. Quello che sta emergendo dai nostri incontri con la cittadinanza, è una grande voglia di essere coinvolti nei processi decisionali che incidono sulla vita quotidiana delle persone.

Evidentemente in questi anni ciò non è accaduto se non per una elite limitata e non rappresentativa.

Ads

Bisogna fare un salto di qualità e trasformare questa richiesta in metodo amministrativo.

Ads

Sul traffico, VIETARE e basta, viene ormai percepito come una intrusione indebita nella propria libertà individuale. A torto o a ragione.

E mai nessuna idea sarà valida se non viene sentita come propria da parte della gente.

Ci sarà sempre un rigetto istintivo che farà fallire ogni iniziativa. Partendo da questo assunto, la nostra posizione è chiara: indire Gli Stati Generali della Viabilità Isolana subito dopo le elezioni.

Avremo davanti un inverno intero, e lo useremo per avviare un tavolo permanente che durerà 4 mesi in cui, partendo da una bozza programmatica, sentiremo tutte le categorie, i cittadini, giovani, pendolari, anziani. Tutti coloro che vorranno partecipare saranno benvenuti.

Ognuno dirà la propria, avanzerà idee e proposte, ed alla fine toccherà a noi (qualora avremo questo onore) assumerci la responsabilità di fare sintesi.

Ne verrà fuori un piano annuale che sarà reso noto con netto anticipo. Mai più ordinanze il giorno prima per quello dopo. Dopo il primo anno, il tavolo sarà riaperto e si valuteranno INSIEME ai cittadini e categorie pregi e difetti, apportando miglioramenti e correttivi, giudicando cosa ha funzionato e cosa no. Si ripartirà per il secondo anno e così via fino alla fine del quinquennio amministrativo. Siamo convinti – conclude Mariano Cascone – che ne potrà uscire fuori un piano di lungo periodo valido e realmente efficace, in cui il cittadino non sarà il destinatario di scelte altrui ma protagonista delle decisioni comuni. Servirà tanto lavoro, impegno e dedizione. Siamo pronti ad accettare la sfida!”. Vedremo.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button