CRONACAPRIMO PIANO

Monterone, pestato a sangue da quattro marocchini

L’assurdo episodio di violenza nella serata di giovedì, un 20enne ha riportato ferite giudicate guaribili in 10 giorni. Indaga la polizia, ieri sera blitz nel quartiere foriano: i responsabili sarebbero stati identificati

Una vicenda che ha dell’incredibile, culminata con un padre disperato e arrabbiato che posta la foto del figlio immobilizzato su una lettiga in ospedale dopo essere stato pestato accompagnato da un commento eloquente: “Il ragazzo è mio figlio, purtroppo siamo preda di questi criminali e chiedo al Comune di competenza di essere tutelati, non sono razzista ma in Italia casa nostra loro non possono prendere il sopravvento”. Il riferimento è a quattro cittadini di nazionalità marocchina che nella serata di giovedì 5 gennaio hanno pestato in maniera selvaggia il 20enne Andrea, a seguito di una discussione che sarebbe scoppiata tra le parti per futili motivi. Secondo quanto si apprende, non c’entrano questioni legate allo spaccio di droga – così come era stato inizialmente ventilato – anche se non si esclude che gli extracomunitari possano essere abituali assuntori di sostanze stupefacenti.

La vittima ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, che lo hanno giudicato guaribile in dieci giorni a seguito delle ferite riportate nell’aggressione. Sull’accaduto indagano gli agenti del commissariato di polizia di Ischia, diretti dal vicequestore Ciro Re: i poliziotti, tra l’altro, nella serata di ieri hanno effettuato un blitz nel quartiere foriano di Monterone con un notevole spiegamento di uomini e mezzi, il che lascia supporre che l’identificazione degli aggressori è stata effettuata con successo.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex