ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Naspi, si preannuncia un autunno caldo per gli stagionali

di Sara Mattera

ISCHIA – La stagione turistica volge ormai al termine e per i lavoratori stagionali comincia un nuovo autunno di battaglie in tema di indennità di disoccupazione e destagionalizzazione. Nonostante le piccole risultanze ottenute da parte di alcuni membri del Governo che si sono mostrati aperti al dialogo, l’attenzione sulla Naspi, infatti, resta alta e i lavoratori del settore hanno ancora molto da combattere. Lo scorso mese, infatti, il consiglio dei ministri ha approvato il decreto correttivo al Jobs Act che ha introdotto, per i lavoratori stagionali del turismo e del settore termale per l’anno 2016, un solo mese in più di Naspi. Solo quattro mesi di copertura, quindi, a fronte dei sei che fino allo scorso anno venivano percepiti prima dell’introduzione del decreto legge n.22/2015 relativo alla nuova indennità di disoccupazione. Questa si è rivelata essere solo piccolissima vittoria per gli stagionali, in primo luogo quelli isolani che fin dal novembre dello scorso anno, grazie alla Alt (Associazione Lavoratori del Turismo), sono scesi in campo per reclamare a gran voce il diritto a percepire un’indennità di disoccupazione che potesse garantire loro adeguato sostentamento nei periodi di non lavoro. E, data la situazione tutt’altro che risolta, anche quest’anno l’associazione isolana si dice pronta a portare avanti la propria battaglia contro la Naspi, con l’obiettivo di sollecitare chi di competenza a intraprendere azioni concrete per una tutela strutturale dei lavoratoi stagionali.

Ad annunciare l’inizio dell’ennesimo autunno caldo sul tema sono stati propri i membri dell’associazione isolana, che hanno promesso nuovi incontri istituzionali con chi di dovere, sulla scia di quelli già tenutosi nei mesi scorsi nelle sedi di Roma. «Con la stagione finita, possiamo concentrarci con una maggiore energia sui nostri progetti, primo fra tutti quello di una tutela strutturale più incisiva ed equa a partire dal prossimo anno. Percorreremo tutte le possibili strade: quella di un emendamento alla legge di bilancio, di un’azione concreta con i sindacati, ma soprattutto quello di un confronto diretto con il Governo. A tal proposito riprenderemo prestissimo i nostri incontri a livello istituzionale, il primo dei quali ci vedrà tornare proprio in quel Ministero del Lavoro dove già lo scorso anno incontrammo alcuni dei principali referenti della questione Naspi e i più stretti collaboratori del ministro Poletti.  Si tratta, quindi, di un incontro già programmato e su cui stiamo lavorando da un po’».

Si  prospetta, quindi, un’altra stagione invernale ricca di battaglie non solo per quanto riguarda eventuali modifiche sul decreto relativo all’indennità di disoccupazione, ma anche in tema di destagionalizzazione.  Un tema questo molto sentito sulla nostra isola, dove la possibilità di vedere le strutture ricettive aperte nel periodo invernale sembra essere ancora un’utopia, a differenza di quanto invece avviene nella vicina Capri, che lo scorso agosto ha annunciato il prolungamento della stagione turistica fino a dicembre, apportando così benefici non solo all’economia del territorio in questione, ma anche agli stessi stagionali che potranno lavorare due mesi in più.

Nel frattempo, comunque, la Alt, unitamente alle varie associazioni di categoria dislocate sul territorio italiano, sta ancora ultimando la conta delle firme ottenute per la Argos, la proposta di legge di iniziativa popolare promossa dall’associazione isolana in collaborazione con il Comitato Tutela degli Stagionali che chiede un maggiore riconoscimento della categoria e il ripristino di un’indennità di disoccupazione adeguata alle esigenze degli stagionali. Anche se, come già anticipato in precedenti edizioni de “ Il Golfo”, a tal proposito le risultanze si prospettano tutt’altro che positive.

Ads

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex