ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Casamicciola e la battaglia NAVALE

Non c’è pace per i trasporti marittimi, a mare ma neppure a terra. La portualità ischitana, già insufficiente e poco organizzata anche per oggettivi limiti fisici, rischia infatti un ulteriore enorme limitazione se verranno ridimensionati gli accosti attualmente previsti per il porto di Casamicciola. La prossima settimana infatti, presso l’assessorato ai trasporti regionale, si deciderà del futuro del secondo porto isolano, che rischia concretamente di diventare l’approdo dei rifiuti e degli infiammabili a discapito delle migliaia di turisti che vi transitano ogni anno.

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close