CRONACA

Operazione antibraconaggio ad Ischia, due arresti grazie al cane Africa

L’operazione dei carabinieri grazie all’ausilio del cane ‘Africa’, in dotazione all’Unità Cinofila Antiveleno e Antibracconaggio di Frosolone. Ritrovate anche armi e munizioni .Due bracconieri arrestati a Ischia Due bracconieri arrestati a Ischia dai carabinieri del Raggruppamento CITES di Roma (SOARDA) e dai Forestali del Nucleo di Casamicciola con l’ausilio dell’Unità Cinofila Antiveleno e Antibracconaggio di Frosolone, dipendente dal Gruppo carabinieri Forestale di Isernia. I soggetti arrestati sono già noti alle forze dell’ordine in quanto particolarmente attivi, da anni, nella pratica dell’uccisione illecita di specie di uccelli migratori tutelati dalla normativa in materia. L’importante risultato è stato raggiunto, per il secondo anno consecutivo, anche grazie all’impiego del cane Africa dell’Unità Cinofila Antiveleno e Antibracconaggio di Frosolone. Un cane addestrato non solo al rinvenimento di esche e bocconi avvelenati pericolosi per gli animali domestici e selvatici, ma anche per la ricerca di armi e munizioni. Determinante, quindi, nell’ambito di operazioni antibracconaggio come questa appena conclusa, è l’ausilio fornito dai cani antiveleno e antibracconaggio dell’Arma, essendo in grado di rinvenire armi e cartucce anche se nascosti sottoterra. .

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex