Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Osservatorio, dal Demanio via libera all’accordo di valorizzazione

Anche la Direzione regionale dell’Agenzia ha emanato l’autorizzazione alla sottoscrizione del documento stilato dal Comune di Casamicciola: manca dunque poco all’acquisizione della struttura al patrimonio dell’ente

Un altro “step” nell’ambito della procedura per il trasferimento al Comune di Casamicciola dell’ex “Osservatorio geodinamico” di via Sentinella, appartenente al patrimonio culturale dello Stato. Dopo il tavolo tecnico del mese scorso presso la sede del Segretariato regionale per i beni culturali della Campania, a Castel dell’Ovo, dove era stata data lettura dell’Accordo di valorizzazione dell’immobile, adesso è arrivata anche l’autorizzazione da parte del Direttore regionale dell’Agenzia del Demanio, dottor Riccardo Carpino, alla sottoscrizione dell’accordo e del successivo atto di trasferimento.

Autorizzazione rilasciata in seguito alla constatazione che gli atti istruttori trasmessi rispondono sotto il profilo formale ai requisiti di legge, e tenendo conto delle indicazioni fornite dal Ministero dell’Economia, ferma restando la competenza esclusiva del Ministero per i Beni e le Attività culturali sulla possibilità di trasferimento dell’immobile. Lo schema di accordo di valorizzazione recepisce infatti nei contenuti il parere espresso dal Ministero, e prevede un programma che comprende: la descrizione e l’interesse culturale del bene, il programma di valorizzazione, un’analisi e approfondimento conoscitivo, il contesto territoriale di riferimento, le specifiche di attuazione del programma di valorizzazione, la sostenibilità economico-finanziaria e i tempi di attuazione del programma stesso.

Il programma di valorizzazione «si pone la duplice valenza di recuperare la struttura architettonica, che necessita di opere di ordinaria e straordinaria manutenzione, e di riprogrammare la sua funzione di museo civico, in generale di garantire un luogo di aggregazione per la comunità casamicciolese, che dopo gli sfortunati eventi dell’ultimo terremoto si è vista privare degli edifici pubblici tra cui le scuole e la Casa Comunale». L’autorizzazione sottoscritta dal Direttore regionale avverte che «trattandosi di immobile produttivo di reddito per lo Stato, si fa riserva di ulteriore provvedimento per la sottoscrizione dell’atto di trasferimento previa trasmissione, a cura della Direzione Regionale Campania, della documentazione necessaria alla Direzione Strategie Immobiliari ed Innovazione per il completamento dell’iter autorizzativo».

Insomma, si tratta davvero degli ultimi adempimenti formali, in vista del passaggio dell’accordo al vaglio del Consiglio comunale, che dovrà approvarlo. A quel punto si giungerà alla definitiva conclusione dell’iter di acquisizione dello storico immobile edificato sulla collina della Grande Sentinella che, dopo il disastroso terremoto del 1883, divenne un importantissimo presidio scientifico per le osservazioni dei fenomeni sismici, il primo di una rete che abbracciava l’intero territorio nazionale.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button