CRONACAPRIMO PIANO

Revocate il Premio Ischia a Capuozzo: e si scatena la bufera

La richiesta avanzata in una pec indirizzata alla Fondazione che organizza l’evento dall’associazione Pan Assoverdi. Il testo, però, viene indirizzato anche agli organi di informazione e si scatena così un “tam tam” mediatico che dura per l’intera giornata. Caratterizzato anche da equivoci

Succede tutto di buon mattino, quando probabilmente nessuno pensa che possa scatenarsi uno “tsunami” in grado di trascinarsi per una intera giornata e di diventare oggetto di discussione e dibattito su scala nazionale. Tutto parte da alcune dichiarazioni rilasciate dal noto giornalista Toni Capuozzo che – relativamente al conflitto bellico in atto tra Russia e Ucraina, argomento che negli ultimi tempi va davvero maneggiato con cura – aveva detto tra l’altro parlando di quanto accaduto a Bucha: “Il 30 marzo i russi se ne vanno, il 31 il sindaco rilascia un’intervista di fronte al Municipio tutto soddisfatto e il video va in onda il 1 aprile sulle tv ucraina e non vengono mai citati i morti. Eppure Bucha è una città piccola, 28mila abitanti – sottolinea -: possibile che nessuno gli abbia detto dei morti per strada?”. Per poi aggiungere a ruota: Il 2 aprile – prosegue Capuozzo – c’è un video della polizia ucraina che mostra le devastazioni della guerra ma c’è un solo corpo, di un militare russo, che viene lasciato sul ciglio della strada. Solo il3iniziano a girare le immagini dei morti. Da dove sono saltati fuori quei corpi?Quando uccidi una persona con un colpo di pistola alla tempia, ci sarebbero delle pozze di sangue. Voi avete visto del sangue accanto ai morti? E in una città come Bucha tutti conoscono tutti. Possibile che dopo 4 giorni nessuno abbia messo un lenzuolo pietoso sopra i morti?”. E poi la conclusione che di fatto scatena dibattito e putiferio: “Se mi chiedete se i russi siano capaci di organizzare stanze delle torturee uccidere così a sangue freddo i civili, la mia risposta è sì. Ma se mi chiedete se anche gli ucraini con l’acqua alla gola sarebbero in grado di mettere in piedi una messa in scena per coinvolgere il mondo, allora vi direi ancora sì”.

I Valentino costretti a chiarire che non c’è nessuna volontà di ritirare il riconoscimento e smentire che la proposta sia partita dagli organizzatori: “Stima incondizionata nei confronti dell’inviato e premiato”

Insomma, dichiarazioni che paiono a molti filo russe e che in particolare non vanno giù a qualcuno anche sulla nostra isola. Tant’è che di buon mattino arriva una nota ufficiale della Pas Pronatura che chiede di ritirare il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo attribuito a Capuozzo nel 2011. Una pec viene indirizzata alla Fondazione ma data anche in pasto agli organi di stampa che ovviamente ci vanno a nozze. Tra l’altro si fa presente che “considerato che le gratuite e surreali dichiarazioni (sulla falsariga dei comunicati del Cremino) rese, dall’ex vicedirettore del TG5 – nella serata del 4 aprile 2022, alla trasmissione televisiva, di Rete 4, Quarta Repubblica, condotta da Nicola Porro – tese ad ingenerare dubbi sulla strage di Bucha, compiuta dai soldati russi in Ucraina, benché corroborata dall’UE, dai funzionari del Trib. Penale dell’Aja, da decine di testimoni oculari, dai mass media di tutto il mondo e da immagini satellitari, pubblicate dal New York Times, hanno provocato l’indignazione dei propri soci e di larghi strati dell’opinione pubblica sull’isola d’Ischia”. Da qui la richiesta di revocare il Premio Ischia visto che le dichiarazioni di Capuozzo, si legge sempre nella pec, “costituiscono un messaggio devastante per le giovani generazioni che in lui vedevano un modello di alta credibilità”.

Il circo mediatico si mette in moto e sull’isola e lungo lo Stivale non si parla d’altro. Si crea però un equivoco di fondo che poi indurrà in inganno lo stesso Capuozzo. Molti giornali e siti riportano erroneamente la notizia secondo la quale sarebbe stata non la Pas ma la Fondazione Premio Ischia a chiedere la revoca del premio. Notizia fantasiosa che arriva anche al diretto interessato che resta deluso e replica in maniera pesante: “Sono pronto a restituirlo. Datemi il tempo di ritrovarlo. Forse sta in cantina”. Insomma la tensione sale ma alla fine arriva la nota ufficiale della Fondazione Premio Ischia che fa chiarezza una volta per tutte. Poche righe, chiare e coincise: “Il ritiro del Premio Ischia all’inviato Mediaset Toni Capuozzo è una fake news. Da quello che ci risulta tale richiesta è stata avanzata da una associazione denominata Pan assoverdi tramite PEC alla nostra fondazione. La fondazione Premio Ischia ha cestinato e non intende avallare alcuna censura, nè giudicare le libere opinioni di giornalisti. La Fondazione Premio Ischia rinnova anzi la stima incondizionata nei confronti dell’inviato e premiato Tony Capuozzo da sempre giornalista esemplare per coraggio, preparazione e trasparenza”.

Il Golfo raccoglie le impressioni del giornalista: “Ringrazio la Fondazione per le parole di stima, qualcuno ha voluto evidentemente garantirsi cinque minuti di gloria riuscendo nel proprio intento”

Ads

Quando ormai il sole sta per tramontare, abbiamo contattato direttamente proprio Toni Capuozzo per chiedere anche alcune sue dichiarazioni. E il giornalista spiega anche come certe sue parole siano frutto del fatto che avesse equivocato il soggetto da cui partisse la richiesta di revoca del Premio: “Ringrazio la Fondazione Valentino – spiega – che riafferma di aver ricevuto una mail certificata di una certa associazione che contemporaneamente è stata trasmessa anche agli organi di stampa. Evidentemente qualcuno ha inteso garantirsi cinque minuti di notorietà riuscendo nel suo intento. La mia risposta sulla riconsegna del premio tramite DHL? Non volevo assolutamente sminuire il riconoscimento, è stata semplicemente frutto di un equivoco: mi sono sentito ferito dal fatto che ero deluso perché avevo inteso che la revoca del riconoscimento arrivasse dai vertici della Fondazione, cui mi lega un rapporto sincero di stima e affetto. E’ tutto chiarito, ribadisco che sono grato per le parole di stime nei miei confronti”.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex