Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Rifiuti da Ischia a Giugliano, sequestrato un tir carico di rifiuti speciali

Stessa sorte per un’area adibita a discarica abusiva, denunciati due isolani e un giuglianese. L’operazione è stata condotta dalla Polizia locale di Giugliano con il supporto della Compagnia dei Carabinieri di Ischia su delega della Procura della Repubblica di Napoli Nord

Rifiuti sbarcati dall’isola di Ischia e conferiti su un terreno agricolo a Giugliano. Questo quanto scoperto nella prima mattina di lunedì dalla Polizia locale della Città del Napoletano intervenuta per fermare un tir carico di rifiuti speciali destinati ad una discarica nella quale erano livellati 60mila metri cubi di materiale derivante da scarti edili provenienti dall’isola di Ischia. La polizia locale, su delega della Procura della Repubblica di Napoli Nord, ha provveduto al sequestro dell’area e del tir, procedendo all’identificazione dei soggetti implicati in questa operazione illegale. Gli agenti sono riusciti a ricostruire tutta la filiera che si celava dietro questo ennesimo scempio relazionando tutto alla Procura. Sono tre al momento gli uomini denunciati. Si tratta di uno dei soci della ditta edile e l’autista del tir, entrambi ischitani, e del proprietario del terreno, di Giugliano. L’operazione che ieri mattina ha portato alla denuncia dei tre uomini ed al sequestro del tir è stata condotta dagli uomini della Polizia Locale di Giugliano guidati dal comandante Luigi Maiello e con il capo della squadra investigativa Salvatore Borgese con il supporto logistico della Compagnia dei Carabinieri di Ischia.

L’indagine è cominciata qualche mese fa a seguito di una denuncia anonima che, in quanto tale, non poteva essere usata se non fossero stati fatti dei riscontri sulla veridicità della segnalazione relativamente al sito di conferimento dei rifiuti

L’indagine è cominciata qualche mese fa a seguito di una denuncia anonima che, in quanto tale, non poteva essere usata se non fossero stati fatti dei riscontri sulla veridicità della segnalazione relativamente al sito di conferimento dei rifiuti. Partendo da questa segnalazione, gli uomini della Polizia locale di Giugliano due mesi fa sono stati sull’isola di Ischia per sentire alcune persone. Successivamente nei pressi del sito dove poi sono stati conferiti abusivamente i rifiuti sono state posizionate delle telecamere ‘trappola’ per monitorare il sito. Ieri mattina i caschi bianchi hanno atteso l’arrivo del tir al porto di Pozzuoli e lo hanno pedinato fino al sito di Giugliano. Nel momento in cui l’autista ha dato il via alle operazioni di scarico del materiale trasportato è scattato l’intervento degli uomini della Polizia locale.

L’autista aveva con sé un documento di trasporto ma non aveva le analisi del materiale trasportato, obbligatorie per legge. In ogni caso il materiale, che è un sottoprodotto dell’edilizia ovvero un materiale di scarto, non poteva essere conferito su campo Giuglianese che è classificato come agricolo

L’autista aveva con sé un documento di trasporto ma non aveva le analisi del materiale trasportato, obbligatorie per legge. In ogni caso il materiale, che è un sottoprodotto dell’edilizia ovvero un materiale di scarto, non poteva essere conferito su campo Giuglianese che è classificato come agricolo. Dopo la denuncia di ieri, continueranno anche le indagini anche dal punto di vista economico sull’azienda isolana. Dopo il sequestro dell’area adesso toccherà ai tecnici dell’Agenzia regionale per l’Ambiente della Campania di analizzare e classificare i rifiuti presenti sul terreno grande quanto oltre due campi di calcio. Soddisfazione per l’operazione è stata espressa dal sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi.

Ads

«Com’è evidente, il lavoro dell’amministrazione sul fronte della lotta all’ecomafia ed ai roghi è costante e sta producendo enormi risultati. Lo ripeto da sempre: noi stiamo facendo il nostro lavoro e più istituzioni hanno riconosciuto l’impegno del Comune e la capacità operativa dell’amministrazione. Al punto che molti roghi appiccati anche nei giorni scorsi sono la risposta dell’ecomafia alle nostre azioni quotidiane. Siamo in guerra e non arretreremo di un millimetro. Anzi, vogliamo avanzare sempre di più e per farlo ho richiesto alla Prefettura e quindi al Governo un impegno massiccio perché da solo il Comune non basta». Ed ancora: «Noi stiamo svolgendo la nostra parte di competenza e continueremo su questa strada perché sarà pure una battaglia difficile, sarà pure una battaglia lunga ma vogliamo vincerla per la nostra gente, per i nostri bambini, per la nostra terra. Ci vorrà tempo, lo sappiamo. Ma stiamo andando nella giusta direzione. E anche l’intervento della notte scorsa dimostra che stiamo dando filo da torcere a questi delinquenti. Alle polemiche sterili rispondiamo coi fatti, con l’impegno e con gli atti. Un ringraziamento particolare alla Polizia locale di Giugliano ed al neo comandante Luigi Maiello».

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x