CRONACA

Sanità negata, raccolto l’appello di Vito Iacono

Il neo consigliere comunale foriano scrive al Ministero della Salute puntando il dito su una serie di conclamate criticità dell’ospedale Rizzoli. Dalla capitale la Regione viene sollecitata ad intervenire

Sanità negata ed assitenza alla deriva sull’isola d’Ischia, il Ministero della Salute chiede chiarimenti alla Regione Campania. A muovere lo scambio epistolare Vito Iacono.  Lo scorso 25 aprile il neoeletto consigliere comunale di Forio Vito Iacono aveva scritto al Ministero della Salute ed alla Regione Campania per segnalare i gravi disagi ed i disservizi inerenti la sanità isolani, in ciò chiedendo un immediato intervento. Oggi il Ministero della Salute risponde alle istanze di Iacono e sollecita i vertici della Sanità di Vincenzo De Luca. La nota giunge direttamente agli interessati dalla  Direzione Generale per la tutela della salute e il coordinamento del SSR e i suoi contenuti sono inequivocabili e riguardano la  “Segnalazione di presunti disservizi e tempi lunghi delle liste di attesa presso l’Ospedale “Angelo Rizzoli” e criticità nell’assistenza territoriale – Isola d’Ischia (NA)”. Come si legge nel documento a firma del Direttore dell’Ufficio 3 *Dott.ssa Maria Grazia Laganà : “È pervenuta a questo Ministero, Direzione Generale della Programmazione Sanitaria, la segnalazione del Sig. Vito Iacono , che riferisce di presunti disservizi e tempi lunghi delle liste di attesa presso l’Ospedale “Angelo Rizzoli” di Isola d’Ischia e relative criticità nell’assistenza territoriale.Facendo seguito alla segnalazione, poiché le funzioni di organizzazione e controllo in materia sanitaria sono affidate alle Regioni, si trasmette la citata segnalazione a codesta Direzione, con invito a verificare quanto segnalato e fornire riscontro allo scrivente Ufficio”. Iacono con il suo esposto aveva segnalato le gravi criticità connesse ai servizi sanitari isola d’Ischiacon una  richiesta d intervenire ad horas.  “La presente per segnalare la insostenibile situazione della sanità sull’isola d’Ischia, nonostante irecenti disastri che hanno colpito la nostra Comunità e che hanno messo a dura prova la nostragente, la situazione dell’Ospedale “Angelo Rizzoli” è assurda – sottolinea Vito Iacono-La insopportabile carenza di personale rende impossibile il regolare funzionamento della struttura e dei singoli reparti costringendo il pocopersonale disponibile a turnazioni disumane. Per non parlare della progressiva chiusura diambulatori e servizi, con liste di attesa insopportabili che mettono costantemente a rischio lasopravvivenza di pazienti e ledono in maniera evidente il diritto alla salute ed alla vita dei nostriconcittadini.

E questo vale per tutte le aree comprese quelle che si svolgono all’esterno del nosocomio, a cominciare dalla oncologia passando per l’assistenza ai nostri giovani disabili ed anziani ai qualitroppo spesso viene negata la possibilità di accedere in tempi celeri alle attività riabilitativeprevaricandone anche la possibilità di limitare gli esiti delle stesse patologie”.

Come sottolinea Iacono “È necessario un intervento urgentissimo, anche normativo, che nel rispetto della normativanazionale e comunitaria, anche in deroga ai tetti di spesa, favorisca la possibilità di una copernicana riorganizzazione della sanità sulla nostra Isola ed il riconoscimento di ruoli ed incentivi per glioperatori sanitari, e le necessarie garanzie di adeguata assistenza ai nostri cittadini”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex