ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Sciopero Caremar, l’ira di Lombardi: adesso basta!

di Marco Gaudini

 

ISCHIA – Non si placa lo stato d’agitazione dei lavoratori della Caremar, almeno quelli che fanno riferimento al Sindaco Or.S.A. Marittimi, che lunedì mattina hanno proclamato nuovamente lo sciopero.  Situazione derivante, secondo la posizione del Sindacato, da un ingiustificato atteggiamento da parte dell’Azienda sui diritti acquisiti dai lavoratori e sul disconoscimento dei risultati plebiscitari ottenuti col recente referendum, dal quale è emersa la richiesta di annullamento della contrattazione di 2° livello mai avallata dai lavoratori, oltre a  un colpevole ritardo istituzionale da parte della Regione che viene meno alla sua funzione di garante dei servizi minimi. Sia i lavoratori, che i dirigenti sindacali, hanno sempre voluto specificare il loro rammarico per i disagi che le proteste comportano, addebitandole, appunto, al comportamento da “muro di gomma” come più volte hanno avuto modo di definire lavoratori e sindacato. Ovviamente però, tutte queste vicende, stanno creando non pochi problemi per l’isola, e ne potrebbero creare ancora di più gravi durante l’estate. Per questo dall’ATEC, attraverso il suo portavoce, Giovanni Lombardi, arriva un “grido d’allarme”: «adesso basta, si giunga presto ad una soluzione». È questa la posizione di Lombardi, che su questo tema ha ritenuto di dover intervenire, per sollecitare presto una risoluzione a quella che appare una vera e propria “patologia”. «Dopo tanto tempo che questa situazione va avanti, vorrei esortare sia coloro che scioperano, che la dirigenza e la proprietà della società di navigazione a trovare una soluzione. Non possiamo più andare avanti in questo modo, soprattutto in relazione alla stagione estiva che si sta avvicinando. – ha dichiarato Giovanni Lombardi – Noi abbiamo bisogno di avere certezze, non è possibile fare uno sciopero ogni dieci giorni». Poi il portavoce dell’ATEC, lancia anche una forte provocazione, dicendo che: «le criticità e i disagi si avvertono, se poi vogliamo dire che questo servizio messo in atto dalla Caremar non serve, e quindi la società incassa 11 milioni di euro dalla Regione solo per pagare i dipendenti, chiudiamola. Io invece non credo che sia così, credo che serva, pertanto deve avere un ruolo, ed io prima come cittadino e poi come imprenditore,  reclamo questo ruolo. Inoltre mi chiedo anche quanti lavoratori sono rappresentati dal Sindacato, e per quale motivo non si riesce a sedersi tutti intorno ad un tavolo e risolvere la questione. Noi dobbiamo essere pronti ad accogliere i turisti, non possiamo certamente farci trovare impreparati. Questo è un servizio pubblico e come tale deve essere considerato. Io a giorni, invierò una nota come ATEC, alle autorità competenti per sollecitare appunto l’assunzione di soluzioni, e dare continuità al servizio» – ha dichiarato Giovanni Lombardi. Intanto però sembra che questa intenzione di dialogo non vi sia proprio da parte della Caremar, almeno stante quanto detto dal Sindacato Or.S.A. Marittimi. Va ricordato, infatti, che recentemente attraverso un referendum, chiesto dai lavoratori sull’accordo  sindacale del 23 febbraio scorso sottoscritto dai sindacati della triplice CGIL, CISL e UIL, dall’UGLe dall’USLAC/UNCDIM, tutti i votanti – circa 150 lavoratori –  senza alcuna sbavatura,  hanno deciso di esprimersi con il “SI”, chiedendo appunto di rivedere, previo annullamento, l’accordo siglato tra la nuova Caremar ed alcune sigle sindacali, tranne l’Or.S.A. Marittimi, che per inciso, vanta circa 90 iscritti. Questo esito, però, pare non sia stato ancora preso in considerazione dalla compagnia, che non ha messo in campo alcuna azione di consultazione né promosso un incontro al fine di dirimere questa vicenda. Ancora una volta, quindi, ci troviamo a dover comunicare di uno sciopero, e siamo certi, che lunedì, ancora una volta faremo la cronaca dei numerosi disagi che si registreranno. Come al solito, quindi saranno gli utenti a pagare… anche nel verso senso della parola!

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex