CRONACAPRIMO PIANO

Sosta fuorilegge, scoppia il caso a Forio

Il comandante dei vigili urbani Giovangiuseppe Iacono nega la sosta su via Spinavola a Nicola Lamonica, il padre della consigliera comunale lo attacca indirizzando una pesante nota al sindaco Verde

Sta diventando un caso la richiesta di sosta fuori carreggiata negata a Nicola Lamonica, su Via Spinavola 104. Il comandante dei vigili urbani di Forio Giuseppe Iacono ha reso parere negativo alla richiesta del padre della Consigliera Comunale Marianna Lamonica “Considerate le strutturali della strada, vista la mancanza di marciapiedi e il doppio senso di circolazione con divieto di sosta su ambo i lati della carreggiata, la richiesta non può essere accolta”. Il diniego ai Lamonica firmato dal dirigente Giuseppe Iacono ha scatenato la contestazione e il padre della consigliera ha sfiduciato il comando. Una nota intrisa di accuse e rilievi che sta producendo un certo imbarazzo negli ambienti. 

“Il parere negativo del 5 ottobre’23 da parte del Comando Vigili alla sosta fuori carreggiata allo scrivente – spiega Nicola Lamonica-con considerazioni che nulla hanno a che fare con la richiesta depositata il 23/09/2023 e in una realtà totalmente provvisoria e preoccupante per altri motivi” scrive con quelli che sono tutt’altro che cordiali saluti Nicola Lamonica che con una lunga lettera stigmatizzare pesantemente l’operato del comando foriano. Una lettera aperta al sindaco Stani Verde ed ai Membri della Giunta al Presidente del consiglio comunale Gianni Mattera e p.c.     al Comando della Polizia Comunale, Ai Singoli Consiglieri Comunali, alla Stampa e TV isola d’Ischia. “​Ringrazio alcuni Vigili Urbani di Forio ed il loro Comandante Iacono della diligenza istituzionale con cui hanno voluto, dopo 53 anni di  mia vita nell’abitazione in Via Spinavola 104,  castigare la mia vecchia abitudine di parcheggiare la Ford Fiesta/ macchina di proprietà  fuori carreggiata, in un rientro triangolare di strada a ridosso di un muro a monte, per portarmi a piedi a casa attraverso un viottolo privato- scrive Lamonica- Finalmente giustizia è fatta ed io che sono sempre stato fautore ed animatore di giustizia oggi, all’età di 82 anni, prendo atto di aver violato per anni ed anni il codice della strada e di aver inoltrato e protocollato uno scritto ignobile del 20/09/’23 al Comandante dei Vigili di Forio con una  richiesta autorizzativa provvisoria di parcheggio oltremodo oltraggiosa. Mi vergogno fortemente e mi pento del mio tanto ardire!  Ciò posto per meglio comprendere la questione, oltre a portare all’attenzione del Sindaco e del Consiglio Comunale ed all’opinione pubblica quanto mi accade, riporto in allegato lo scritto avanzato da me al Dirigente della Polizia Comunale con la nota in calce del Comandante; un documento che mi consente di dire la mia, forse sbagliando ancora una volta!”. 

Prosegue, poi, senza mezzi termini Nicola Lamonica parlando di ardire, di “dichiarazione di inagibilità conclamate dal Comandante Iacono e di mancata programmazione di interventi di riqualificazione in ordine al problema strade che non depongono a favore dell’azione del governo Foriano di cui sua figlia Marianna è esponete:“Anzitutto noto l’ardire della decisione presa dal Comandante senza un rapporto tecnico a sostegno per meglio definire l’area di sosta: un rapporto che avrebbe potuto confermare ed offrire una rappresentazione grafica per niente nociva alla viabilità veicolare; ma noto anche che il grido di allarme dell’Ufficio di Polizia Municipale circa le “caratteristiche strutturali della strada, vista la mancanza di marciapiedi ed il doppio senso di circolazione con divieto di sosta da ambo i lati di sosta della carreggiata” invita ad una seria riflessione che coinvolge l’Ente nel suo insieme dal momento che evidenzia l’inagibilità pedonale della via laddove la carreggiata è stretta ed è percorsa da macchine e motorini ad alta velocità come risulta a tutti fuor che alle forze municipali.​Richiamo qui, con la presente Lettera aperta, l’attenzione della politica istituzionale e che  che via Spinavola, della quale è possibile trovare traccia negli atti del Comune quando da Presidente della Commissione Edilizia Integrata ( anni ’95-’98 )  ne proposi l’ampliamento e la riqualificazione, è essenziale per la viabilità di Forio in uno alla individuazione di opportune aree di parcheggio e, pertanto giusto chiedere all’Amm.ne in carica di uscire  dalla compromissione attuale che è certamente illegale e che non si risolve con un atto a dir poco equivoco del Comando Vigili”. Insomma una vicenda che si riserva carica di strascichi e che di certo non rasserena il clima all’interno della maggioranza Verde di cui Lamonica è esimio esponente. 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex