Statistiche
LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar L’impianto di GPL e la stampa locale

Sta tenendo banco sulla stampa locale la polemica sull’apertura o meno di due distributori di benzina nel Comune di Ischia. All’arrivo del metano sull’isola posi all’attenzione dei miei pochi elettori e delle amministrazioni comunali dell’isola la necessità di impiantare un distributore di metano che avrebbe fatto da cuscinetto per il transito verso le auto elettriche ed altri mezzi per una mobilità che stava cambiando in tutto il mondo. Nessuno può immaginare di cambiare subito un parco di 60 mila mezzi a benzina o diesel in men che non si dica.

Il metano sufficientemente pulito per l’ambiente con la trasformazione della auto con questo mezzo di alimentazione avrebbe creato molti posti di lavoro per i meccanici e le officine. Antonio Pinto, amministratore della Ambrosino Petroli, che ho sempre ritenuto uno dei pochi capaci manager dell’isola, per motivi sicuramente economici, burocratici o per i 30 centesimi di euro in più del costo della benzina ad Ischia, non ha mai ampliato a metano il distributore realizzato ai Pilastri che pur aveva intenzione di realizzare.

Come ben sapete Antonio Pinto ha sempre tenuto a galla la stampa locale prima con Domenico Di Meglio a IL GOLFO e poi con Gaetano Di Meglio a IL DISPARI ma ha sempre rispettato l’indipendenza del giornale come mi succede ancora ad IL GOLFO.

L’amicizia per Domenico e per la sua famiglia è storica ed intoccabile. Mi consta per la vicinanza a Domenico per oltre 30 anni e dal fatto che ho sempre avuto la libertà di criticare Antonio Pinto come manager e amministratore pubblico. Pensare che ILDISPARI stia difendendo ad oltranza la posizione di Antonio Pinto, qualora fosse vera, entrerebbe nel filone delle regole di tutta la stampa italiana. Dissento da questa visione perché da buon manager non dovrebbe aver paura di due distributori nuovi nel Comune sia perché nell’industria petrolifera i distributori non rendono più,sia perché la mobilità elettrica ormai in pochi anni soppianterà le auto a benzina e a diesel.

Il problema vero che emerge dalla polemica è che l’Amministrazione non dovrebbe pensare a far costruire gli impianti essendo l’attuale rete isolana sufficiente e poi c’è anche la tendenza di Enzo Ferrandino ad attivare una mobilità diversa dalla auto.

Ads

La mancanza di idee innovative è quello che sorprende e voglio sperare che è in questa direzione che Gaetano Di Meglio abbia “sferrato” il solito attacco al Sindaco.

Ads

Ingenuo? A me fa piacere pensarla così non dimenticando mai che Antonio Pinto è un ottimo manager.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x