Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Stop ai falò, Ferragosto blindato anche a Casamicciola

Varata l’ordinanza che vieterà fino al prossimo 31 agosto, oggi giorno, dalle ore 21.00 alle ore 06.00 il trasporto di ogni materiale che possa servire all’accensione di fuochi sulle spiagge, oltre all’installazione di tendaggi e il consumo di alimenti e bevande alcoliche lungo tutti gli arenili del Comune

Anche il Comune di Casamicciola vara l’ordinanza anti-falò. Il provvedimento firmato dal responsabile della Sesta Area vieta fino al prossimo 31 agosto, oggi giorno, dalle ore 21.00 alle ore 06.00 la detenzione a qualsiasi titolo ed il trasporto con qualsiasi mezzo di legna, carbone, carbonella e qualsiasi altro materiale che possa servire all’accensione di fuochi sulle spiagge. Sarà vietato anche istallare tende da campo, tendaggi e ricoveri provvisori ed il consumo di alimenti e bevande alcoliche lungo tutte le spiagge del Comune di Casamicciola Terme. La violazione dell’ordinanza comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 250,00 ad € 2.500,00, oltre al sequestro dei materiali e oggetti non consentiti, fermo restando il deferimento all’Autorità giudiziaria in caso di violazioni di norme di natura penale.

Il responsabile della polizia municipale motiva il provvedimento con la pericolosità dei fuochi sulle spiagge, che rappresenta un danno per l’ambiente e può essere pericoloso in prossimità degli stabilimenti balneari dove sono presenti strutture ed attrezzature in legno e altro materiale infiammabile (cabine, sdraio, lettini, ombrelloni) e che l’installazione di tendaggi e ricoveri provvisori risulta fonte di assembramenti, schiamazzi notturni e produzione incontrollata di rifiuti, oltre al fatto che tali comportamenti possono generare l’insorgenza di problematiche di sicurezza pubblica e privata. Di qui l’esigenza di “contrastare e prevenire tali atteggiamenti collettivi attraverso il divieto di detenere o trasportare qualsiasi materiale idoneo all’accensione dei suddetti fuochi nonché all’installazione di tende da campo o ricoveri provvisori e di trasportare e consumare alimenti e bevande alcoliche lungo tutto il litorale nelle ore notturne”. In sostanza, anche quest’anno linea dura contro i falò notturni, tradizione consolidata per generazioni di giovani isolani ma che da qualche lustro sta subendo l’ostracismo sempre più determinato da parte delle istituzioni per le sempre crescenti esigenze di sicurezza.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex