CRONACA

Svolta Cas, i soldi sul conto corrente del Comune

Effettuati i mandati di pagamenti per i mesi di novembre e dicembre: entro pochi giorni i cittadini aventi diritto al contributo potranno disporre delle somme erogate

Sono effettivamente giunti nelle casse comunali  i fondi per i pagamenti dei Cas, i contributi di autonoma sistemazione per gli sfollati del sisma. Anzi, il Comune di Casamicciola ha già effettuato i primi mandati di pagamento: considerati i tempi tecnici bancari, entro gli inizi della prossima settimana i cittadini potranno già disporre del denaro che gli spetta. Parliamo dei pagamenti relativi ai mesi di novembre e dicembre. A stretto giro saranno effettuati anche i successivi mandati che copriranno il periodo fino al 31 gennaio.

Il Commissario Schilardi è stato quindi di parola, e parallelamente l’amministrazione comunale del Capricho ha dimostrato notevole sollecitudine nel recapitare agli aventi diritto i fondi a loro destinati. Svaniscono così definitivamente le “cassandre” e le profezie di sicura sventura che volevano la fine della fase d’emergenza come l’inizio di guai e di abbandono da parte delle istituzioni per i cittadini colpiti dal sisma del 21 agosto 2017. I mandati di pagamenti eseguiti dal Comune di Casamicciola adempiono alle disposizioni contenute nel decreto n. 22 firmato proprio dal prefetto Carlo Schilardi che recita quanto segue: “Si comunica che con l’unito decreto (allegato 1) si è dato corso al trasferimento dei fondi per il contributo per autonoma sistemazione, come richiesto con nota n. 2256 del 21 febbraio 2019 per il periodo 1 novembre 2018-31 gennaio 2019. E’ stato altresì emesso il relativo ordinativo di pagamento”. In sostanza il Commissario ha messo a disposizione i fondi necessari per pagare il Cas fino a fine gennaio e ora si attende il nuovo decreto per estendere il saldo delle spettanze dovute ai cittadini vittime del sisma fino a tutto il 28 febbraio 2019.

Come si ricorderà, nel provvedimento Schilardi prende atto “che dalla relazione di verifica degli atti prodotti dal Comune di Casamicciola, redatta dagli istruttori del commissariato, acquisita al protocollo n. 581 del 5 marzo 2019, si evince la regolarità della documentazione e l’ammissibilità del finanziamento” per poi arrivare al punto: “Ritenuto, pertanto, che ricorrono le condizioni per l’erogazione del contributo di autonoma sistemazione (CAS), quale richiesta del Comune di Casamicciola Terme e che, conseguentemente, si debba dare corso al trasferimento dei fondi necessari allo scopo; decreta per le motivazioni in premessa che si intendono integralmente richiamate di liquidare e di emettere ordine di pagamento in favore del Comune di Casamicciola terme per l’importo di 1.399.158,25 con accredito sul conto di tesoreria unica quali somme a destinazione vincolata per erogazione CAS di cui alla nota 2256/2019; a seguito del pagamento da parte del Comune ai beneficiare del CAS, il Comune medesimo è tenuto a rendere copia dei mandati di pagamento quietanzato”. Con i mandati di pagamento già partiti, arriva così una boccata d’ossigeno per tanti cittadini e che testimonia la veridicità dell’affermazione del Commissario, il quale spiegò che esistono i fondi per poter serenamente sostituire nei compiti l’architetto Giuseppe Grimaldi, commissario all’emergenza nell’ultimo anno e mezzo.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close