ARCHIVIO 2ARCHIVIO 5

Sotto Tiro di Mizar L’isola dei giovani

Leggo l’inchiesta de ILGOLFO su l’isola che non è adatta ai giovani. Se seguo l’evoluzione della vita giovanile estiva sull’isola dagli anni 60 del secolo scorso mi accorgo che vi è stata poca evoluzione. Quelli della mia età ricordano la tavernetta del Moresco, u Rancio Fellone, il Monkey bar ,il Castello Aragonese, la Lampara con i vari nomi, le variegate taverne, ‘il Charly ,il Mamunia, il Pignatiello, il Marietta a Lacco, il Cocoricò a Forio con il Marecoco e il Negombo e tutti ricordano che fino all’avvento delle discoteche la musica era dal vivo. Musica dal vivo e apertura non oltre l’una di notte.

La crescita urbanistica dell’isola e l’avvento della musica ad alto volume non ha trovato imprenditori sull’isola che si siano saputi adeguare al cambiamento delle esigenze del territorio. Chi abita nei pressi di una discoteca sa benissimo che andrà in manicomio per i bassi musicali che fanno tremare le pareti di casa. L’imprenditore che ha comprato lo stabile o fittato e lo vuole sfruttare per secoli solo per discoteca pretende di fare musica e guadagni a discapito dei vicini fino alle 7 di mattino. E l’insonorizzazione?

Da anni si discute di questo,ma nessun imprenditore del divertimento, ha inteso fare investimenti sull’isola per creare un turismo giovanile. Proposte ne sono state fatte tante. Uso di cuffie per ascoltare musica amplificata oppure solo musica dal vivo. Una decina di anni fa una mia idea. Attrezzare una nave per imbarcare i giovani e portarli al largo a divertirsi. Oppure una piattaforma off shore. Partenza dall’isola alle 11 di sera,Procida e Pozzuoli per raccogliere utenti, ritorno nei porti alle 8 di mattina. Non sono imprenditore di divertimento. Ma chi lo è potrebbe studiare le tendenze dei giovani, come deve essere attrezzata la nave del divertimento, come arrivare alla piattaforma, fare una ricerca di mercato, un bilancio economico finanziario ecc.ecc.

Tutti sappiamo che le rendite di posizioni non trovano più posto in una società in continua evoluzione. Voler mandare i giovani sulle spiagge o nelle discoteche nei pressi delle abitazioni non è più il caso. Fantasia ed investimenti potrebbero far diventare Ischia anche isola dei giovani.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex