ARCHIVIO 5

Traffico, la ricetta di Gaudioso: «Stop a mezzi pesanti e bus»

“Sto prendendo in considerazione l’ipotesi di interdire il traffico veicolare ai mezzi pesanti ed ai bus”. Queste le parole del sindaco di Barano d’Ischia Dionigi Gaudioso quando gli chiediamo quali possano essere i rimedi da porre in essere per combattere il traffico sull’isola. “Aspetto la fine della stagione turistica per coinvolgere tutti i sindaci dei Comuni dell’isola. Spero che siano disposti a seguirmi, altrimenti sono anche disposto ad andare avanti da solo”. Continua l’inchiesta giornalistica de Il Golfo attraverso la quale stiamo dando voce ai sindaci dei sei Comuni dell’isola per capire se hanno contezza del problema traffico e mobilità. Sull’isola sono presenti, infatti, quasi più auto che persone.   A Barano, che conta una popolazione di 10mila abitanti, al 31 dicembre scorso, erano immatricolate 8630 auto. Anche qui, come d’altronde sul resto dell’isola, il rapporto tra auto ed abitanti il rapporto è quasi di 1:1.

Sindaco il traffico è uno dei problemi se non il problema dell’isola. Cosa si può fare per combatterlo? 

“Il mio territorio, fortunatamente, vive meno questo disagio. Ma ci sono determinati orari e determinati luoghi dove si creano ingorghi. E mi riferisco agli orari di ingresso ed uscita dalle scuole dove, in prossimità delle stesse, si creano dei disagi legati alla mobilità. Però rispetto ai miei ‘vicini’ posso ritenermi fortunato.

D’accordo che lei è fortunato, ma il traffico è un problema di tutta l’isola. Non solo dei singoli Comuni.

“È vero. Per questo ho intenzione di aspettare la fine della stagione turistica per contattare tutti i miei colleghi sindaci e discutere con loro delle misure da porre in essere”.

Qual è la sua proposta? 

“Non ho dubbi. Per me bisogna interdire la circolazione ai mezzi pesanti ed ai bus. Per autobus intendo quelli di grandi dimensioni che spesso sono anche vecchi ed altamente inquinanti. Se i miei colleghi sindaci sono disposti a fare con me quest’ordinanza, ne sarò fiero. In caso contrario sono anche disponibile ad andare avanti da solo. Capita, infatti, che quando i bus fanno il giro dell’isola in prossimità di Piedimonte dove si arriva a Buonopane per andare a Fontana non riescono a passare e si blocca tutta la circolazione. Impensabile. Però mi consenta di dire una cosa.

Prego.

“Credo che il problema maggiore, in temini di traffico e viabilità lo soffra il territorio di Ischia. È il Comune nel quale sono ubicati tutti i servizi, come l’Asl, la sezione distaccata del Tribunale, gli uffici più importanti e per questo tutti gli isolani sono diretti a Ischia. La verità è che gli ischitani devono cominciare a fare dei sacrifici. Pensare di parcheggiare l’auto ed usufruire dei mezzi pubblici come Zizì che è una valida alternativa per lasciare l’auto in qualche parcheggio un po’ più in periferia ed arrivare nelle zone nevralgiche senza l’auto”.

Giovann Ferrara

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close