CRONACAPRIMO PIANO

Tragedia a Forio, 38enne suicida nel locale

Un dipendente di un’attività di ristorazione di via Marina si è impiccato: la drammatica scoperta di buon mattino. La vittima è il 38enne Salvatore Capriello, napoletano 38enne trapiantato a Ischia: non ha lasciato nessun biglietto

Un’altra tragedia ha sconvolto ieri mattina, giovedi 11 27 aprile, via Marina, strada a due passi dal Porto e dal Centro di Forio, nel cuore della zona della movida isolana.

Un uomo di 38 anni è stato trovato morto all’interno del ristorante-pizzeria Martinarosa dove lavorava come dipendente; da quanto si apprende e stando alle prime indagini condotte dagli inquirenti, l’uomo si è tolto la vita, impiccandosi. Si tratta di Salvatore Capriello, classe 1986. La notizia ha gettato sconforto e colpito la comunità, dal momento che il trentottenne, napoletano trapiantato ad Ischia, era ormai divenuto molto noto ai commercianti e dai frequentatori della zona. Non sono noti i motivi che hanno spinto l’uomo a commettere il gesto estremo e, da quanto si apprende, Salvatore non ha lasciato biglietti o altre indicazioni riguardo le motivazioni che l’hanno portato al suicidio.

All’apertura del locale, questa mattina, la triste scoperta mentre all’esterno sulla strada cominciavano le prime attività di consegna e carico e scarico delle merci: il corpo di Salvatore è stato ritrovato impiccato all’interno del locale. I primi a giungere sul posto sono stati però gli uomini della locale Guardia Costiera allertati dalle grida di aiuto giunte dal locale da parte di aveva fatto la terribile scoperta. Allertata la macchina dei soccorsi, sul luogo della tragedia, oltre a un capannello di curiosi, sono giunti i sanitari del 118, che purtroppo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del dipendente del ristorante-pizzeria, avvenuto probabilmente durante la notte o alle prime luci di questa mattina. Sul posto anche gli uomini dei Carabinieri per i rilievi di rito: non ci sarebbero dubbi, ad ogni modo, sulle cause della morte dell’uomo e sul gesto volontario. Il PM di turno incaricato del caso, dopo l’intervento del medico legale ha comunque disposto il sequestro della salma e l’esecuzione dell’esame autoptico teso a stabilire, senza ombra di dubbio le cause del decesso.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex