CRONACAPRIMO PIANO

Tre ordinanze griffate Legnini e la “carica” di Giosi

Ieri mattina la conferenza stampa voluta dal commissario ed alla quale ha partecipato per la prima volta da sindaco di Casamicciola anche Ferrandino. L’avvocato ha spiegato nel dettaglio i nuovi provvedimenti annunciando anche che è stata aggiudicata la gara per il dragaggio del porto di Casamicciola

Una data forse casuale e forse no, ma che comunque ha rappresentato un momento particolarmente significativo. E non a caso la conferenza stampa indetta dal commissario delegato all’Emergenza, Giovanni Legnini, al cui fianco c’era il neo sindaco di Casamicciola (il Comune flagellato prima dal sisma del 2017 e poi dall’alluvione del 2022) Giosi Ferrandino. Ma nella sempre suggestiva cornice di Palazzo Reale a porto d’Ischia era presente anche una foltissima delegazione casamicciolese, i sindaci Enzo Ferrandino, Irene Iacono e Giacomo Pascale oltre a Stani Verde che proprio con Legnini si è intrattenuto prima dell’inizio dell’incontro al quale non ha potuto presenziare perché impegnato in altra sede. Folta anche la rappresentanza tecnica e del mondo associazionistico, insomma parlare di conferenza stampa era oggettivamente improprio. Da remoto, tra gli altri, era collegato anche il vice presidente della giunta regionale della Campania, Fulvio Bonavitacola. La prima lieta novella di Legnini è stata quella di annunciare ai presenti l’aggiudicazione dei lavori per il dragaggio del porto di Casamicciola, che significa aver risolto una questione non di poco conto considerati i tempi dell’italica burocrazia. Poi, il commissario è passato ad illustrare i contenuti di tre articolate ordinanze – peraltro già annunciate in occasione della stipula del protocollo di legalità con la Guardia di Finanza e già esplicate in maniera ampia ed esauriente sul nostro giornale – due delle quali sono state emanate ieri, mentre la terza arriverà entro pochi giorni. 

In particolare, con un’ordinanza si riconosce l’indennizzo del 100% alle imprese danneggiate direttamente dall’alluvione, ma anche ai cittadini che hanno avuto la casa alluvionata e danneggiata, che richiedono interventi di immediata riparazione, nonché indennizzo totale per gli interventi per la messa in sicurezza effettuati all’esterno delle rispettive proprietà. Infine, sono stati riaperti i termini per richiedere i contributi destinati alle imprese terremotate ai sensi dell’ordinanza 18. L’altro provvedimento del Commissario delegato è, invece, concentrato sugli effetti della frana a Casamicciola: restringe ulteriormente la zona rossa, viene approvato il piano predisposto da SMA Campania per riuso dei materiali derivanti dalla frana. Inoltre, si incide su un blocco di interventi urgenti disponendo anche l’avvio e la progettazione di nuovi interventi, con un cronoprogramma molto stringente. La terza ordinanza che riguarda il Piano complessivo della messa in sicurezza, come previsto dall’art.5 ter del decreto ischia, sarà emanata nei prossimi giorni. Si tratta del primo vero piano di contrasto al dissesto idrogeologico. “Oggi abbiamo presentato il resoconto di questi sei mesi di lavoro intenso – ha commentato il Commissario Legnini – molte cose sono state fatte, altrettante restano da fare. Nel ricordare le vittime dell’alluvione abbiamo voluto comunicare decisioni importanti che rappresentano e segnano un momento di passaggio per Casamicciola e per tutta l’isola Ischia. Le ordinanze che ho illustrato intervengono, infatti, su punti cruciali per la ripresa post frana. Vengono riconosciuti indennizzi del 100% alle imprese e ai cittadini per i danni subiti, tranne per coloro che sono in zona rossa per i quali si provvederà successivamente, e diamo il via ad una riduzione della perimetrazione e a nuovi 26 interventi di messa in sicurezza. La prossima settimana, invece, presenteremo il Piano di assetto idrogeologico dell’isola di Ischia”. Dal canto suo il sindaco Giosi Ferrandino ha detto: “Siamo sulla buona strada ma c’è ancora molto da fare ma io e la mia squadra faremo tutti gli sforzi possibili per agevolare il compito del commissariato e fornire il massimo supporto anche da parte degli uffici comunali che faranno la loro parte per garantire che le esigenze ed i bisogni di ogni cittadino di Casamicciola vengano tutelate ed assecondate, in tempo reale; accogliamo con grande sollievo la notizia che il numero degli sfollati si sta drasticamente riducendo e saremo vigili e disponibili ai loro bisogni. Bisogna infine sottolineare che le zone a valle del comune sono ormai pronte ad accogliere i turisti e che la nuova amministrazione sta lavorando sin dal 16 maggio alla ricostruzione e al rilancio turistico e del commercio”.

FOTO FRANCO TRANI

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex