CRONACAPRIMO PIANO

Ufficio tecnico, ecco gli ammessi al concorso

In ventisette si contenderanno i due posti di istruttore direttivo tecnico nella selezione varata dal comune di Casamicciola. Due prove scritte e una orale da superare per essere ammessi alla graduatoria finale

Sono stati pubblicati i nominativi dei candidati ammessi al “concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di due posti di categoria D/D1 a tempo pieno ed indeterminato con profilo professionale di Istruttore Direttivo Tecnico” indetto dal Comune di Casamicciola. Su ventotto istanze complessivamente pervenute all’ente, solo una non è stata ammessa, in quanto arrivata fuori termine massimo. Fra l’altro, un malfunzionamento della posta elettronica certificata dell’ufficio protocollo aveva provocato l’arrivo fuori tempo massimo di altre due domande, ma che poi sono state ammesse in quanto il disguido era imputabile al Comune. Ecco di seguito i candidati ammessi al concorso: Valeria Mileva; Pasqualina Della Corte; Francesco Russo; Gaetano Esposito; Mariacaterina Castagna; Giandomenico Benedetti; Luisa D’Andrea; Lucia Polito; Gioacchino De Michele; Mattia Di Costanzo; Gaetano Auricchio; Maria Grazia Formisano; Florestano Lace; Maria Grasso; Francesco Arcamone; Nello Gianberardino; Sara Castagna; Sara De Vivo; Adriano Colussi; Michele Maria Baldino; Stefania Paparatti; Agnese Cianciarelli; Simona Rubino; Francesco Distino; Vincenzo D’Andrea; Angela Di Iorio; Paola Lubrano Lavadera.

Siccome le domande sono meno di trenta, non ci sarà bisogno della procedura di preselezione. Il concorso si articolerà su due prove scritte e una prova orale, sugli argomenti previsti dal bando. La prima prova sarà costituita da quesiti a risposta multipla su varie materie: norme tecniche per le costruzioni, progettazione e manutenzione di opere edili, elementi di tecnologia meccanica e impiantistica elettrica, norme di prevenzione incendi, elementi di diritto amministrativo e costituzionale, ordinamento delle autonomie locali, codice dei contratti pubblici, disposizioni in materia di espropriazioni, legislazione in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro e in materia di edilizia pubblica e privata, urbanistica nazionale e regionale, legislazione degli enti locali.

Invece la seconda prova sarà costituita dalla redazione di un atto amministrativo attinente il profilo a concorso. La prova orale, oltre agli argomenti già citati, verterà anche sull’ordinamento degli enti locali, sul procedimento amministrativo, i rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, i contratti nazionali di lavori, responsabilità civile, penale, amministrativa, contabile e disciplinare del pubblico dipendente, statuto comunale. All’orale si provvederà inoltre a accertare la conoscenza della lingua straniera inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse. Le prove scritte si intenderanno superate con la votazione minima di 21/30 per ciascuna prova. Stessa votazione sarà necessaria per superare la prova orale ed essere ammessi nella graduatoria finale. La commissione esaminatrice disporrà di un massimo di dieci punti per la valutazione dei titoli, che sarà eseguita prima della prova orale.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex