CRONACAPRIMO PIANO

Un Oscar per Legnini, Rumolo nello “staff” del commissario Legnini

Il dipendente comunale di Lacco Ameno, chiusa la parentesi al tribunale di Ischia ha reso la propria disponibilità a svolgere la propria attività lavorativa presso la struttura dell’avvocato che cura ricostruzione post sisma e frana

Le mille vite di Oscar Rumolo. Lo scafato funzionario lacchese sbarca alla corte del Commissario Giovanni Legnini, per ora. Infatti, proprio, il dott. Oscar Rumolo, Istruttore Direttivo Contabile di cat. D, posizione economica D2, in servizio presso il Comune di Lacco Ameno, al termine di una breve, ma intensa parentesi presso il Tribunale di Ischia, già accettato la nuova “dislocazione” con contratto di lavoro a tempo indeterminato e pieno per 36 ore settimanali, a svolgere integralmente la propria attività lavorativa presso la struttura del Commissario straordinario del Governo per gli interventi nei territori dei Comuni di Casamicciola Terme, Forio, Lacco Ameno dell’isola di Ischia interessati dagli eventi sisma 2017 che sfociano come naturale derivazione nei fatti alluvionali De lo scorso dicembre. DI base si sparte dalle assunzioni sismiche, però.C’è già l’approvazione da parte della Giunta di Giacomo Pascale dell’accordo ex art. 15 della legge n. 241 del 1990 per l’avvalimento di personale ai fini dell’espletamento delle funzioni connesse all’emergenza in corso sull’isola di Ischia in seguito agli eventi a partire dal 26 novembre 2022, ai sensi dell’OCDPC n. 951/2022. Pascale preferisce allontanarlo dagli uffici del comune e Rumolo gradisce starmene ben lontano. Ovviamente a pagare la nuova sistemazione lavorativa del commercialista al commissariato, sarà il comune di Lacco Ameno, ma con in fondi emergenziali.Ritenuto un fedelissimo dell’ex Senatore Domenico De Siano, ed una potenziale minaccia, dal turbolento passato amministrativo, per il sindaco Pascale la soluzione “emergenza Ischia ” è risultata la più comoda per tutti.

Lo stesso Oscar quale Istruttore Direttivo Contabile ha reso la propria manifestazione di disponibilità, a svolgere integralmente la propria attività lavorativa presso la struttura del Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione post sisma e frana. In ossequio alla norma ed all’accordo tra Pascale e Legnini, il buon Rumolo è chiamato allo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune e che per tali accordi seguirà l’incipit dell’ordinanza legata all’emergenza alluvione, la OCDPC n. 948 del 30 novembre 2022, che disciplina, appunto, i primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nel territorio dell’Isola di Ischia a partire dal giorno 26 novembre 2022.Principalmente però dovrà governare gli affari terremotati. Ancora,dirimente, nella situazione occupazionale di Rumolo è l’altra ordinanza post alluvione, la OCDPC n. 951 del 11 dicembre 2022, recante “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile” in conseguenzadegli stessi eventi eccezionali eventi meteorologicied in particolare leprevisioni in ordine alle quali il Commissario delegato, in considerazione della peculiarità del contesto emergenziale, è autorizzato ad avvalersi, fino al termine dello stato di emergenza, di ulteriori professionalità tecniche e amministrative necessarie per l’espletamento delle funzioni connesse all’emergenza, entro il limite massimo di 10 unità, individuandole nell’ambito del personale già in servizio presso le pubbliche amministrazioni e che gli oneri per la corresponsione al predetto personale sono posti a carico delle risorse stanziate per l’emergenzaoltre che il rimborso delle spese per missioni effettuate a Napoli o all’isola di Ischia.

Al Sindaco Pascale l’onere della sottoscrizione dell’accordo. Si darà, poi, concretamente luogo all’assegnazione in avvalimento del dipendente a seguito della stipula dell’accordo con la struttura commissariale. Ancora, sarà iI Responsabile del I Settore Affari Generali – Servizio Risorse Umane, avv. Lucrezia Galano, quale referente per i rapporti con la struttura del Commissario delegato, a definire gli adempimenti necessari e consequenziali. L’Accordo ha durata sino al completamento delle attività affidate al Commissario delegato, e comunque non oltre la durata della dichiarazione dello stato di emergenza.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex