CULTURA & SOCIETA'

WORKSHOP AL “C. MENNELLA” PER “PERCEPIRE IL PAESAGGIO” CON L’AIPARC DI CATERINA MAZZELLA E LA PRESIDE DI GUIDA SEMPRE IN PRIMA LINEA NEL PROPORRE INNOVATIVE PROGETTUALITA’ DIDATTICHE

CATERINA MAZZELLA PRESIDENTE AIPARC: La presidente di AiParC Caterina Mazzella-Cesario, dopo aver sottolineato la novità di tale approccio didattico al tema del paesaggio, ricorda che la nostra Carta Costituzionale, all’art. 9: “La Repubblica promuove la cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”. PRESIDE PROF.SSA GIUSEPPINA DI GIULIO: La Dirigente Giuseppina Di Guida si è soffermata sul valore del paesaggio come bene-culturale, sempre più centrale nella definizione e nell’evoluzione sociale identitaria. PROF.SSA VANESSA CAPOSSELLA: Molto dettagliata e per certi versi illuminante è stata la descrizione del percorso didattico sui colori del paesaggio e sulla percezione soggettiva dei colori fatta dalla professoressa Capossela Vanessa, docente di Arte e Territorio e sperimentatrice di nuove modalità di avvicinamento dei giovani al mondo dell’Arte. PROF. FRANCESCO MATTERA DOCENTE DI YOGA E MINDFULLNESS : Di taglio esperienziale e perlopiù centrato sulla consapevolezza di sé, è stato l’intervento del professore Francesco Mattera, esperto in pratiche inclusive e tecniche di mindfullnes, che ha mostrato ai presenti in sala come approcciarsi in modo attivo all’esperienza del paesaggio. DOTT. LUCA CASTELLANO PSICOLOGO DELL’UNIVERSITA’ LA SAPIENZA DI ROMA: Dott. Luca Castellano ha tracciato le tappe salienti della sua biografia emozionale e professionale e ha coinvolto tutti i presenti in un’interessante simulazione di mutuo aiuto che ha consentito di conoscere l’altro in un modo più empatico e al tempo stesso ha attivato in ciascuno inedite strategie di risoluzione dei propri conflitti.

C’era grande attesa per il workshop  “Percepire il paesaggio” proposto  dall’I.I.S. “Cristofaro Mennella” e dall’associazione AI.Par.C. – isola d’Ischia. Nella mattinata di  Lunedì scorso 20 novembre 2023  nell’ Auditorium “Agostino Lauro” in via Michele Mazzella a Ischia, dopo i saluti iniziali e la presentazione dei relatori,  si è entrati subito nel vivo del tema prescelto. Sono intervenuti   la Dirigente Giuseppina Di Guida, la Presidente AiParC isola d’Ischia Caterina Mazzella, i docenti Vanessa Capossela e Francesco Mattera, lo psicologo Luca Castellano. Protagonisti gli studenti e le studentesse delle classi IV A e IV B Indirizzo Tecnico Economico   per il Turismo (I.T.T.) e la classe II dell’Indirizzo Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale (S.A.S.).

L’idea degli organizzatori era quella di avviare un confronto da diverse prospettive sul paesaggio come bene di tutti e di ciascuno, con inedite ed interessanti aperture alla didattica dell’Arte, alle tecniche di mindfullness e pratiche corporee. La Dirigente Giuseppina Di Guida si è soffermata sul valore del paesaggio come bene-culturale, sempre più  centrale nella definizione e nell’evoluzione sociale identitaria. Non a caso la Convenzione Europea del Paesaggio  definisce il  paesaggio  “elemento chiave del benessere individuale e sociale” costituito essenzialmente dalla e sulla “percezione del territorio che ha chi ci vive o lo frequenta a vario titolo”. Una svolta epocale nell’idea stessa di paesaggio, delle sue proprie prerogative di habitat umano come bene complesso e mutevole, legante della comunità, garanzia di cittadinanza e strumento di eguaglianza fra i cittadini, dunque di democrazia. L’Italia, inoltre, nella ratifica della stessa Convenzione (DL 9 gennaio 2006, n. 14), ha aggiunto anche che “le persone hanno il diritto di vivere in un paesaggio che risulti loro gradevole”. Una svolta nella svolta, che porta con sé inedite prospettive e responsabilità per ciò che concerne non solo la tutela, ma che riguarda anche il miglioramento della qualità percettiva del paesaggio. È infatti “la percezione delle popolazioni, ossia il senso socio-culturale attribuito da esse ai propri luoghi di vita, che segna il passaggio dalla porzione di territorio al paesaggio.

La Dirigente ha poi  richiamato il punto di partenza di un percorso di ricerca-azione sulla cromoterapia avviato nello scorso anno scolastico grazie alla collaborazione dell’Istituto “C. Mennella” con  i promotori della manifestazione “Ischia Aqua Cultura” e che si è via via arricchito di nuove proposte e di nuove attività. Per valorizzare e proteggere al meglio il paesaggio , occorre ascoltarne le voci, le interpretazioni, e riflettere sul suo valore, oggettivo e soggettivo. Ed è proprio questo il messaggio del bellissimo lavoro prodotto dalle classi del Turistico : raccontare il paesaggio ischitano attraverso il filtro dell’arte, associandolo a opere di grandi pittori dell’Ottocento e del Novecento, fissandone i colori e le similitudini con i “paesaggi” del benessere interiore. La presidente di AiParC Caterina Mazzella, dopo aver sottolineato la novità di tale  approccio didattico al tema del paesaggio, ricorda che  la nostra Carta Costituzionale, all’art. 9: “La Repubblica promuove la cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”. Un tratto giuridico netto, di eccezionale lungimiranza ed innovazione (datato 1947) che, collegando la promozione della cultura e della ricerca alla tutela del paesaggio e del patrimonio storico-artistico, “non proclama un principio astratto, ma stabilisce una concreta linea d’azione collegata ai diritti essenziali del cittadino […] diritti che contribuiscono al progresso spirituale della società e allo sviluppo della personalità individuale”.

Molto dettagliata e per certi versi illuminante  è stata la descrizione del percorso didattico  sui colori del paesaggio e sulla percezione soggettiva dei colori fatta dalla professoressa Capossela Vanessa, docente di Arte e Territorio e sperimentatrice di nuove modalità di avvicinamento dei giovani al mondo dell’Arte. Di taglio esperienziale e  perlopiù centrato sulla consapevolezza di sé, è stato l’intervento del professore Mattera Francesco, esperto in pratiche inclusive e tecniche di mindfullnes, che ha mostrato ai presenti in sala come approcciarsi in modo attivo all’esperienza del paesaggio. Nella seconda parte del workshop il dott. Luca Castellano ha tracciato le tappe salienti della sua biografia emozionale e professionale e ha coinvolto tutti i presenti in un’interessante simulazione di mutuo aiuto che ha consentito di conoscere  l’altro in un modo più empatico  e al tempo stesso ha attivato in ciascuno inedite strategie di risoluzione dei propri conflitti. “Un workshop ben riuscito…..da riproporre….non solo agli studenti, ha affermato la Dirigente dell’Istituto Professionale C. Mennella Prof.ssa Giuseppina Di Guida, Come il più conosciuto “patrimonio culturale”, difatti, anche quello paesaggistico, naturale o urbano, purtroppo paga il fatto di esser percepito ancora troppo spesso come un elemento estraneo al proprio sé.

Per invertire questa pericolosa tendenza che spinge all’abbandono ed alla noncuranza, allora occorre pensare ad un’educazione al paesaggio,  e non solo delle nuove generazioni,  perché lo sviluppo di sensibilità e consapevolezza diffusa è oggi l’unico vero garante per il raggiungimento di un equilibrio dinamico nello sviluppo tanto di città e territori, quanto di cuori e menti di chi quei territori li vive”: In conclusione, ha dichiarato dal canto suo Caterina Mazzella presidente dell’Aiparc-Ischia:  “E’ stato un Incontro stimolante , ricco di spunti di riflessione ed…azione,a partire dal titolo:”Percepire il Paesaggio”che  ha coinvolto  docenti e studenti dell’ IIS Cristofaro Mennella ,egregiamente diretto dalla DS Prof Giuseppina Di Guida ,sempre in prima linea nel proporre ed attuare innovative progettualita’ didattiche”. “Una bella pagina di interazione, ha aggiunto la Presidente dell’Aiparc Caterina Mazzella,  tra Scuola ed Associazione, che ha visto la partecipazione diretta della nostra associazione la CT AIParC Ischia”. “Comune denominatore lo studio,la valorizzazione e promozione del prezioso patrimonio storico artistico e ambientale dell’ Isola verde ,in particolare, della necessità di tutelare e valorizzare il paesaggio come bene comune che contribuisce al benessere ed alla crescita individuale e sociale”. Ha infine affermato la Presidente Caterina Mazzella. 

Ads

Fotoricerfca di Giovasn Giuseppe Lubrano Fotoreporter

Ads

Collaborazione: Giuseppinma Di Guida E Caterina Mazzella

antoniolubrano1941@gmail.com

                                                                                                   info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex