CRONACA

Addio a Ciriaco De Mita, il ricordo di Iacono e Del Deo

Esponente di spicco della Prima Repubblica, era sindaco di Nusco dal 2014. Oggi i funerali nella sua città natale alla presenza del Presidente Mattarella

Presidente del Consiglio tra il 1988 e il 1989, più volte ministro, deputato, europarlamentare, segretario nazionale e poi presidente della Democrazia cristiana. Questi sono stati, in sintesi, gli incarichi più prestigiosi ricoperti nel corso della sua lunga carriera politica da Ciriaco De Mita, che ieri mattina si è spento all’età di 94 anni presso la Villa dei Pini di Avellino, casa di cura dove il sindaco di Nusco, dopo essere stato sottoposto a intervento chirurgico, stava affrontando un percorso riabilitativo: lo scorso febbraio, in seguito a un incidente domestico, De Mita si era infatti fratturato il femore.

Bettino Craxi (S) e Ciriaco De Mita (D) in una foto d’archivio. ANSA

A dare notizia della scomparsa dello storico esponente della DC è stato il vicesindaco di Nusco, Walter Vigilante. Non si sono lasciate attendere le reazioni del mondo politico nazionale. Tra i primi ad esprimere il proprio rammarico per la scomparsa di De Mita è stato il premier Mario Draghi, che lo ha definito «protagonista della vita parlamentare e politica italiana nella sinistra democristiana, fino all’ultimo è stato impegnato nelle istituzioni locali, come Sindaco del comune di Nusco. Alla famiglia, le condoglianze di tutto il Governo». L’ex ministro Paolo Cirino Pomicino, rilasciando una dichiarazione all’Ansa, ha affermato che De Mita, nonostante il «carattere spigoloso, possedeva una dimensione tale da diventare il segretario più longevo nella storia della DC».

Giulio Andreotti (D) parla con Ciriaco De Mita ad congresso della Dc. ANSA

Stefania Craxi, sottolineando l’indissolubile fil-rouge che legava De Mita alla propria terra d’origine, ha dichiarato: «Restano vivi nella memoria gli scontri con i socialisti e con Craxi, del quale fu certamente avversario, ma di cui riconobbe sempre la caratura, l’ingenerosa alterazione del giudizio e l’ingiusto epilogo giudiziario di una vicenda politica. Quello tra i due fu un conflitto politico aspro e a tutto campo, frutto di visioni e mondi diversi, a tratti inconciliabili, ma all’insegna della politica come terreno di confronto tra i migliori».

Le esequie di Ciriaco De Mita si terranno oggi pomeriggio alle 18.30 nella sua Nusco, all’interno della chiesa di Sant’Amato. Alla cerimonia funebre, secondo quanto si apprende, prenderà parte anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che proprio per intuizione e su impulso dell’ex leader democristiano iniziò a dedicarsi all’attività politica.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex