SPORT

Angelo Iervolino: «Venderemo cara la pelle»

L’allenatore del Lacco Ameno, pur conscio delle grandi qualità del Rione Terra, spinge i suoi a cercare un risultato che avrebbe il sapore dell’impresa.

Di certo contro il Quartograd quelli del Lacco Ameno si sarebbero aspettati di tornare a casa con un bottino diverso, ma il pareggio ottenuto serve comunque a muovere un pochino la classifica e ad interrompere quella che cominciava a diventare una serie preoccupante di sconfitte. «La partita – ha commentato il tecnico – è stata un’ottima partita contro un avversario che ha messo tutto quello che poteva perché è ultimo in classifica e quindi cercava punti. Ovviamente noi eravamo una squadra come loro candidata per la salvezza e visto che giochiamo per lo stesso lo stesso obiettivo è stata una partita difficile come le altre. Stavolta siamo riusciti a mettere in porta ben 3 gol, però ce ne mancano almeno tre, quindi penso che se finiva 6-3 per noi non avremmo rubato nulla». Ora per i rossoneri di Angelo Iervolino c’è il Rione Terra, che oggi pomeriggio dovrebbe venire, mare permettendo, al “Patalano” per la undicesima giornata di campionato. Iervolino, ovviamente, è ben conscio delle qualità della formazione di Tiziano Montefusco, che proprio al “Patalano” rifilò una dura sconfitta al Procida: «Penso che la conosciamo, è una squadra secondo me costruita molto molto bene in tutti i reparti, soprattutto davanti con giocatori di categoria superiore come Di Matteo, Corace quindi li conosciamo bene. Sono, ripeto, una squadra veramente costruita molto molto bene, anche dietro con Iervolino difensore centrale, che è uno che comanda, uno che imposta. Diciamo che ci aspetta una partita alla pari con l’Ercolano, il Sant’Antonio Abate, partite difficili in buona sostanza». Al di là dell’avversaria, appare chiaro come il Lacco Ameno sia sempre alla ricerca di punti preziosissimi, da ottenere ovviamente soprattutto in casa: «Noi abbiamo bisogno di farti fare punti e sicuramente dobbiamo vendere cara la pelle qui sul campo di casa. Diciamo che un punto a nostro favore potrebbe essere proprio questo, il terreno di gioco, dove ovviamente cercheremo di mettere tutto quello che abbiamo per poter far risultato. Quello che ho detto proprio prima ai ragazzi è che è ovvio che andiamo come tutte le partite in campo per provare a vincerle, ma dobbiamo essere bravi a essere equilibrati, quindi senza diciamo buttarsi in avanti, perché abbiamo voglia o bisogno di fare punti, ma avere il giusto equilibrio, la giusta attenzione per far male quando loro ci concederanno qualcosa». Dal punto di vista degli uomini a disposizione, però, Angelo Iervolino sarà ancora obbligato a cercare di sopperire il meglio alle mancanze, tra squalificati e indisponibili: «Il nostro modello di gioco resta sempre quello, a prescindere dai numeri, dalle pedine e come le possiamo disporre in campo. Gli indisponibili al momento vedono Luca Lista, squalificato ancora per una giornata e Barbieri, ancora assente per motivi di studio. Rientra Romano dalla squalifica e poi per il resto siamo tutti arruolabili, tranne il giovane Montagnaro che avuto un problema al ginocchio. Domani andrà a fare una risonanza per capire l’entità del problema, poi in linea di massima dovremmo esserci tutti».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close