Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Arriva la Polmare, esulta Piricelli

Per lui che ha fatto della sicurezza una bandiera, l’arrivo della polmare non poteva che essere un trionfo. C’era da aspettarselo, insomma, che Antonio Piricelli, consigliere comunale di Ischia, approfittasse della presenza degli uomini della Polizia di Stato per una foto-propaganda da allegare al classico comunicato dai toni trionfalistici. «La loro presenza è un risultato importante – scrive – la sicurezza non è mai troppa».

La prima ronda degli specchi d’acqua isolani da parte degli uomini della Polizia di Stato è stata effettuata il 29 luglio. «Dopo la nota inviata al presidente del Consiglio, al ministro degli Interni, a Prefetto e Questore di Napoli e ai sindaci di Ischia» spiega allora Piricelli, le politiche in materia di sicurezza sono ritornate al centro del tran tran mediatico.

«Gli uomini della Polizia di Stato – continua la nota – in modo molto meticoloso hanno monitorato i lidi della nostra isola. È doveroso ringraziare il Signor Questore di Napoli per aver dato immediato riscontro positivo alla richiesta da me inviata pochi giorni fa, sperando che questo importante servizio di tutela, prevenzione e controllo delle acque e delle spiagge del nostro territorio possa essere esteso fino ai primi di settembre. Il mio ringraziamento va anche al dirigente del commissariato di Ischia che, con il servizio di controllo con le moto di mare, può sicuramente svolgere un lavoro che va ad aumentare la sicurezza dei bagnanti turisti e residenti, che in questi periodo preferiscono le nostre meravigliose spiagge ubicate nella nostra meravigliosa isola d’Ischia a quelle di altre località turistiche. Parlare del tema sicurezza oggi non è facile , dopo le atrocità che stanno scuotendo il mondo e creando forti fibrillazioni nelle persone, ma per la presenza costante e l’ottimo lavoro che quotidianamente svolgono la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia Locale, la Capitaneria di porto ed il Corpo forestale dello Stato, finalizzato ognuno per le proprie competenze a prevenire e reprimere i reati che possono nuocere e turbare la stabilità dei nostri territori sono molto fiducioso. Purtroppo posso sembrare ripetitivo, ma svolgendo un lavoro delicato nei territori dell’hinterland Napoletano comprendo che ad Ischia ci si adagi e spesso non si comprenda cosa realmente accade sulla terra ferma , per questo continuo a ripeterlo il problema per me non riguarda solo l’Isola di Ischia , ma parte dei porti di Napoli, Mergellina e Pozzuoli, dove non esiste alcun tipo di controllo preventivo per chi usufruisce degli aliscafi e dei traghetti, per segnalare la eventuale pericolosità o anomalie attraverso l’utilizzo di metal detector o sistemi simili delle persone che usufruiscono dei vettori del mare . La tutela e la sicurezza dei residenti e dei turisti che scelgono la nostra incantevole isola d’Ischia per le loro vacanze, alla pari del diritto alla salute non può e non deve essere sottovalutata». 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x