CRONACAPRIMO PIANO

Assoforense, si profila un incontro con Roberto Fico

Una delegazione dell’associazione presieduta dall’avvocato Gianpaolo Buono potrebbe incontrare a Roma il Presidente della Camera per dialogare sull’obiettivo della stabilizzazione del tribunale isolano

La tempesta del covid-19 si abbatte anche sulle questioni della giustizia locale. Come sanno anche i muri dell’ex Pretura, l’Associazione forense dell’isola d’Ischia è costantemente in lotta per tentare di ottenere la stabilizzazione della Sezione distaccata di via Michele Mazzella, ma naturalmente le priorità della politica nazionale sono tutte concentrate sull’evoluzione della situazione pandemica (oppure dovremmo dire endemica, vista la velocità formidabile con cui le ultime varianti del virus si diffondono tra la popolazione). Con l’attenzione del Consiglio dei ministri catturata in via permanente nel balletto di normative sanitarie, e conseguenti polemiche che stanno esacerbando grandi strati della popolazione, la questione della salvezza del Tribunale di Ischia passa giocoforza in secondo piano. Eppure, nonostante il clima tutt’altro che tranquillo, si è verificata una certa apertura a livello parlamentare verso il problema delle sedi giudiziarie distaccate, come Ischia e come quelle di alcune zone dell’Italia centrale.

A giorni infatti alcuni rappresentanti dell’Assoforense, a partire dal Presidente Gianpaolo Buono, dovrebbero incontrare a Roma il Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, insieme ad altri parlamentari. Dunque, se da una parte la situazione si è ancora complicata, dall’altro sembra paradossalmente aprirsi un importante spiraglio per i Tribunali di Ischia e dell’Abruzzo, che versano nella stessa situazione vissuta dalla giustizia isolana. Dunque va sfruttata questa “apertura”, impedendo che si richiuda in faccia alle speranze ormai decennali di stabilizzazione. Dura infatti da tanto il calvario, lastricato da proroghe spesso arrivate all’ultimo tuffo, del palazzo di giustizia locale, da quando cioè la legge sulla nuova geografia giudiziaria ha spazzato via le sezioni distaccate: da allora si cerca di raggiungere un provvedimento legislativo di stabilizzazione che tuttavia, come in un romanzo di Fitzgerald, sembra allontanarsi sempre sulla linea dell’orizzonte.

L’Assoforense comunque anche durante le feste ha mantenuto contatti quotidiani con i canali parlamentari, cosa che come si è visto qualche frutto lo ha portato. Certo, bisognerà vedere se la grande partita per il Quirinale, con le elezioni del nuovo Presidente della Repubblica, non porterà nuovi ostacoli alle interlocuzioni istituzionali tessute pazientemente giorno dopo giorno, col pericolo che la tela faticosamente realizzata si disfi nuovamente. E d’altronde, l’obiettivo della stabilizzazione legislativa o quantomeno di una nuova proroga sembra davvero una fatica di Sisifo. I prossimi giorni saranno quindi decisivi per capire se qualche nuovo passo avanti in quella prospettiva sarà possibile.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex