CRONACA

“Bull over”, il progetto contro il bullismo dell’ambito Ischia-Procida

Nunzia Piro: «Entreremo nelle scuole medie delle due isole grazie al progetto finanziato dalla Regione Campania»

C’è anche il progetto ischitano tra i 28 finanziati dalla Regione Campania volti a prevenire e a contrastare i fenomeni del bullismo e del cyberbullismo. Si tratta di un progetto presentato dall’ambito territoriale di Ischia e che riguarderà i sei Comuni dell’isola e Procida. “Il progetto finanziato dalla Regione Campania – spiega Nunzia Piro presidente del consiglio comunale di Casamicciola – si chiama ‘Bull over’ ed è un percorso di conoscenza e di sensibilizzazione verso il problema del bullismo, come stimolo per la riflessione sul fenomeno e, più̀ in generale, sulla convivenza pacifica, il rispetto delle diversità, la soluzione dei conflitti”. Nel corso del progetto che vedrà coinvolti gli alunni delle scuole medie di Ischia, Barano, Casamicciola, Forio, Lacco Ameno, Serrara Fontana e Procida saranno messi in campo percorsi di alfabetizzazione emotiva e di potenziamento delle abilità sociali, volti a “costruire” la competenza emotiva dei ragazzi, a educarli all’empatia, alla comunicazione assertiva e al comportamento prosociale, con particolare attenzione alla dimensione di gruppo; percorsi di educazione all’uso consapevole della rete internet e ai diritti e doveri legati all’utilizzo delle tecnologie informatiche; percorsi che mirano a promuovere una cultura dello sport giovanile come strumento per prevenire e ridurre i fenomeni di prevaricazione e di non rispetto delle diversità.

“È un progetto davvero importante per i nostri ragazzi – ha confermato Nunzia Piro che è stata promotrice per l’ambito della richiesta di finanziamento alla Regione Campania. Oggi i nostri giovani sono i cosiddetti ‘nativi digitali’ perché sin dalla nascita hanno a che fare con la tecnologia. Spesso, però, sottovalutano o non conoscono i pericoli che da essa ne provengono e per questo possono ritrovarsi vittime di episodi di cyberbullismo”. “Grazie al progetto ‘Bullo Over’ entreremo in tutte le scuole medie per far conoscere ai ragazzi il bullismo ed il bullismo digitale, ovvero il cyberbullismo, e per combattere questi fenomeni”.  promotrice del finanziamento regionale è stata l’assessore alla Formazione e Pari opportunità, Chiara Marciani. “Attenzione particolare viene rivolta al tema del cyberbullismo, virtuale nella forma, ma terribilmente concreto nelle sue conseguenze, che vede i nostri ragazzi e ragazze a volte inconsapevoli dei gravissimi rischi che possono correre e che è presente in maniera sempre più pervasiva, con risvolti anche tragici sulla vita dei ragazzi, come testimoniato dalle cronache sempre più frequenti” ha dichiarato. “La tutela dei minori dai pericoli del web, dal bullismo e dal cyberbullismo è un atto di responsabilità collettiva che deve coinvolgere non solo le famiglie ma anche gli insegnanti, le scuole, gli Enti e le Istituzioni centrali e territoriali e le associazioni. Per questo crediamo che progetti come questi possano diventare uno strumento formidabile per tutti coloro che vogliono combattere il cyberbullismo in modo efficace e strutturale” conclude la Marciani.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close