POLITICA

Casamicciola al voto, al via la campagna elettorale del M5S

Ieri pomeriggio, in piazza Marina, il candidato sindaco, Caterina Iacono ha incontrato i cittadini per presentare la lista ed il proprio programma

Al via le danze elettorali nel Comune di Casamicciola Terme. Il prossimo 26 maggio, infatti, come è ormai noto, i cittadini del Comune termale saranno chiamati alle urne a scegliere la nuova amministrazione che li guiderà per i prossimi cinque anni. In vista di questa dead line è così scattata anche l’ora X per l’avvio della campagna elettorale dei vari candidati. Ad aprire per primi le danze la lista del M5S, guidata dalla candidata sindaco Caterina Iacono che ieri pomeriggio insieme ad alcuni candidati alla carica di Consiglieri, ha incontrato la popolazione casamicciolese in Piazza Marina in uno stand informativo. Obiettivo quello di presentare il proprio programma e la lista elettorale. Una lista, formata da attivisti del movimento di lungo corso e non, ma soprattutto da personalità con diverso background: da ingegneri ad insegnanti, da medici a naviganti, passando per barman, operatori turistici e consulenti ambientali. «Non siamo degli avventurieri o degli opportunisti di poltrone-ha dichiarato Caterina Iacono- Lavoriamo da anni sul territorio. La scelta di presentarci a queste elezioni è stata quindi quasi naturale». Diversi i punti previsti dal programma elettorale dei grillini isolani, definito proprio da questi ultimi, come un programma partecipato. «Il nostro programma- ha spiegato la Iacono-  non è calato dall’alto. Siamo aperti a tutte le proposte dei cittadini e staremo qui fino all’ultimo giorno di questa campagna a prendere altro di eventuali ulteriori istanze che proverranno dalla popolazione. I punti comunque per ora sono tantissimi.  Tra questi sicuramente tutto ciò che concerne la ricostruzione post sisma, primo fra tutti l’elaborazione del piano urbanistico comunale. Non si può, infatti, pensare alla ricostruzione se non si ha il PUC di cui il Comune allo stato attuale è ancora sprovvisto. Un’altra cosa che faremo, inoltre, qualora venissimo eletti, sarà quella di individuare sul territorio comunale, dei punti di rete wifi ad accesso libero, oltre che garantire maggiori servizi ed accessibilità alle persone con disabilità.  Vogliamo anche però, creare dei maggiori spazi di socialità e di aggregazione e magari anche una Scuola degli antichi Mestieri attraverso i finanziamenti regionali, insieme ad una detassazione delle piccole e medie imprese e ad un allungamento della stagione turistica».  

Tra le iniziative “turistiche” in programma per il territorio di Casamicciola anche e soprattutto una migliore gestione del porto. «Da navigante – ha commentato, infatti, il candidato consigliere Gennaro Mattera – ho girato a lungo per l’Italia e ho avuto modo di constatare che la nostra bella isola a paragone di altre zone è molto lasciata a sé stessa, soprattutto per quanto riguarda la gestione dei porti.  Il porto è il biglietto da visita per una località turistica come la nostra, dal momento che è anche la prima cosa che vedono i turisti quando arrivano sul territorio.  Purtroppo, però, tutti i nostri porti compreso quello di Casamicciola sono malmessi. L’implementazione dell’area portuale sarà dunque una delle cose su cui investirò maggiormente le mie energie qualora dovessi essere eletto».  La lista dei grillini isolani sembra però aver fatto del proprio cavallo di battaglia elettorale, l’avvio di una politica green, improntata non solo su di una maggiore pianificazione elettorale, ma anche su di uno sviluppo ecosostenibile del territorio.

«Quello su cui puntiamo- ha spiegato ancora Caterina Iacono – è anche creare un reddito energetico.  Con i risparmi derivanti da investimenti sull’efficientamento energetico nei vari edifici comunali e in generale su tutto il territorio, vogliamo creare un fondo ad hoc che sarà poi utilizzato per acquistare impianti fotovoltaici alle famiglie con reddito basso». «Tra l’energia solare – ha incalzato sulla medesima scia Antonello Impagliazzo, attivista di lunga data del Movimento Cinque Stelle in seno al territorio nostrano ed oggi anch’egli candidato Consigliere per la cittadina termale – e quella geotermica a bassa entalpia, potremmo avere un’autosufficienza energetica tale non solo da essere liberi da determinate spese ma anche diventare creditori nei confronti di terzi.  Tutto questo sarà possibile anche grazie all’installazione sul territorio di sistemi ad energia solare autosufficienti. Questo vale anche per quanto riguarda la raccolta rifiuti.  Sappiamo tutti che sull’isola, Casamicciola compresa, si spendono cifre esorbitanti per portare i rifiuti in terraferma.  Il nostro gruppo vorrebbe creare, invece, uno spazio sul territorio dove sia possibile non solo depositare i materiali di scarto, ma anche riutilizzarli e riciclarli per esempio nel campo dell’artigianato o dell’arte. Così da una parte si eviterà la spesa del trasporto in terraferma, e dall’altra si potrà creare al contempo un nuovo tipo di industria locale. Puntiamo, in linea generale, in modo più ampio   alla nascita di un sistema ecosostenbile ed ecocompatibile che renda il territorio più vivibile non solo per la popolazione locale ma anche per il turista».

Proprio a sostegno di questa campagna dallo stampo green, nel corso del pomeriggio di ieri, sul territorio di Casamicciola è sbarcato anche l’europarlamentare del Movimento 5 stelle, in Commissione ambiente, Piernnicola Pedicini .«L’onorevole  Pedicini – ha dichiarato la Iacono –  si occupa di ambiente e noi abbiamo tutto l’interesse affinchè Casamicciola diventi green attraverso l’intercettamento dei fondi europei ad hoc. Riteniamo quindi importante avere un continuo contatto con determinate figure istituzionali». Tanti, insomma, i punti previsti dal programma elettorale dei candidati Cinque stelle che puntano ad una migliore qualità su più fronti, della vita in seno al territorio di Casamicciola Terme.  «Oggi i cittadini di Casamicciola – ha commentato ancora il sindaco- hanno una grandissima opportunità. Quella di un vero cambiamento.  In trent’anni di amministrazioni varie non è stato fatto nulla di concreto per il territorio: non ci sono punti di aggregazione e siamo dinanzi ad un paese che allo sbando con un bilancio che fa acqua da tutte le parti». «Auspichiamo –ha concluso Caterina Iacono – che Casamicciola sia pronta per questo rinnovamento e che i cittadini facciano uso del loro buon senso quando si recheranno alle urne»

Annuncio
Tags

Articoli Correlati

Un commento

  1. Voglio solo dire una cosa al sig. Pedicini.
    Vada a comperare il Sole 24 ore e veda a quale tasso di interesse sono venduti I btp decennali italiani ed i bund tedeschi. Prenda I due valori e li sottragga, moltiplichi per cento ed avrà il famigerato spread. Come azzerarlo? Semplice: invece di scrivere a Draghi e fare una figura barbina, scriva al Tesoro di venderli allo stesso tasso di interesse dei bund tedeschi.
    Più facile di così! Mi domando perchè un ragionamento così elementare nessuno lo abbia fatto. Ci arriverà il luminare Pedicini?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close