ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Celestino Iacono: «I problemi sono tanti e complessi e occorre fare squadra per affrontarli, ecco perchè aderisco al progetto Ischia»

New entry per il “Progetto Ischia”. Ad annunciare la propria adesione al movimento isolano promosso dall’ex sindaco di Serrara-Fontana, Luigi Iacono ed oggi rappresentato dal figlio e Consigliere della minoranza Roberto Iacono, il noto imprenditore di Sant’Angelo e socio-fondatore del “Consorzio Sant’Angelo di Ischia, la tua vacanza di qualità”, Celestino Iacono. Quest’ultimo ha difatti, manifestato la volontà di impegnarsi attivamente, attraverso il progetto in questione, per la comunità di Serrara-Fontana.

«La missione di Progetto Ischia – ha dichiarato Celestino Iacono – è sostenere e supportare tutti coloro che vogliono vincere la sfida di porsi al servizio della crescita dell’isola di Ischia, attraverso la valorizzazione delle sue comunità. Ho deciso, quindi, di aderirvi, poiché voglio personalmente impegnarmi, in particolar modo per Serrara-Fontana, insieme al Consigliere Roberto Iacono e tanti altri che responsabilmente si renderanno disponibili». Un impegno quello dichiarato dal noto imprenditore per la comunità montana che non arriva del tutto inaspettato. Già lo scorso anno, infatti, in occasione delle elezioni amministrative di Serrara-Fontana, Celestino Iacono aveva mostrato interesse nell’attivarsi, in prima linea, per il territorio montano, candidandosi come Consigliere nella lista “Insieme per Serrara-Fontana”, a supporto dell’attuale sindaco Rosario Caruso.

Oggi, però, Celestino Iacono, con l’annuncio della sua adesione al movimento capeggiato da Roberto Iacono, pare essere passato al lato opposto della fazione, ma con un obiettivo che va, comunque,aldilà dei due schieramenti politici.«Occorre, oggi uno strumento – ha spiegato l’imprenditore– capace di unire e mettere insieme coloro che amano il proprio paese e che hanno la voglia di impegnarsi con responsabilità per affrontare i problemi complessi che viviamo: famiglia, imprese, lavoratori. É quanto mai necessario, sviluppare dialogo, sinergie, tra persone di buona volontà che abbiano voglia di mettere insieme le proprie capacità a disposizione della comunità isolana. Progetto Ischia, dunque, può essere lo strumento utile a questa causa».

L’adesione del co-fondatore del Consorzio di Sant’Angelo è stato accolta con grande entusiasmo anche dallo stesso Roberto Iacono che lo scorso – lo ricordiamo – proprio all’indomani della sua elezione in seno alla minoranza di Serrar-Fontana, annunciò di voler prendere nuovamente in mano le redini del progetto paterno, attraverso la promozione di dibattiti ed azioni concrete,nelle opportune sedi istituzionali locali, a sostengo dei temi di maggiore interesse per la comunità montana, ma anche per l’isola intera. «Dopo la presentazione all’isola di alcuni anni fa – ha commentato il Consigliere in questione – a breve, Progetto Ischia si costituirà in un’associazione isolana con libere ed autonome articolazioni comunali per ripartire e riprendere ad affrontare quei problemi già denunciati e che in questi anni si sono aggravati». «L’intelligenza e l’esperienza di Celestino Iacono – ha concluso Roberto Iacono – coerentemente alle idee e ai valori del “Progetto Ischia, in particolar modo per Serrara-Fontana, sarà molto utile, per i nostri obiettivi».

 

Ads

Idee e valori promosse da Progetto Ischia

Ads

Vuole promuovere come prassi costante il dialogo tra gli isolani che vogliono impegnarsi per costruire insieme in modo consapevole e non ideologico uno sviluppo sostenibile sull’isola d’Ischia, interpretandone necessità e bisogni. A tal fine organizza sedi ed occasioni per consentire agli isolani di discutere in modo informato e ragionato dei temi che li riguardano, per favorire processi di emersione di proposte di interesse generale e per promuovere decisioni e azioni conseguenti anche nelle sedi istituzionali locali. In sintesi è un progetto che crea luoghi del sentire comune per progettare ed elaborare risposte concrete ai bisogni della comunità, sostenendone la realizzazione.

Identità e valori – L’identità isolana che vuole rappresentare non sta rinchiusa in qualche essenza del passato che dobbiamo salvaguardare, ma dipende dalla posizione che vogliamo assumere nel nuovo contesto locale ed internazionale. Come ha scritto S. Hall, le identità non rispondono mai alla domanda: “Chi siamo? Da dove veniamo?” Rispondono piuttosto alla domanda: “Chi siamo? Dove vogliamo andare?” L’identità sembra riguardare il passato, ma in realtà attinge al passato e al presente per costruire il futuro. Il progetto pone al centro il ben-essere delle persone, l’ambiente e l’etica nelle relazioni con gli altri. Si ispira ai valori fondamentali della nostra Carta Costituzionale: libertà, eguaglianza, fraternità e solidarietà, nel rispetto delle regole, del merito, dell’autonomia responsabile, della trasparenza.

La visione dell’isola – Grazie ad un nuovo modello di benessere, di sviluppo e di coesione sociale, l’Isola offrirà relazioni e servizi di qualità agli abitanti, tornerà ad avere fama internazionale per l’inimitabile scenario naturale, per la qualità dell’accoglienza al turista, per la qualità delle relazioni sociali, per l’offerta culturale, per la coscienza di essere una comunità che investe su se stessa e sulle proprie straordinarie risorse naturali, un tesoro unico e prezioso da preservare e valorizzare, anziché da consumare, una comunità che aiuta i propri giovani a crescere nelle qualità umane e professionali per affrontare senza paura la vita. Per questo sarà l’Isola dove le regole, le buone regole, rappresentano un valore fondante della comunità isolana; la casa, l’educazione, la salute sono un diritto di tutti; la cultura, l’arte, l’architettura e il paesaggio stimolano l’immaginazione e lo spirito; il paesaggio e le forme costruite sono in equilibrio in uno sviluppo sostenibile; le costruzioni, le infrastrutture sono sicure ed ecologicamente efficienti

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button