CRONACAPRIMO PIANO

Chat erotica finisce in estorsione, arrestata dai carabinieri

La 54enne R.D. aveva preteso 15.000 euro da saldare a rate da un uomo con sposato con il quale aveva intrattenuto una relazione attraverso whatsapp caratterizzata anche dallo scambio di materiale fotografico intimo, che la donna aveva minacciato di consegnare ai familiari di lui

Una vicenda che ha dell’incredibile e sembra davvero assurdo che con tutti i precedenti e i fatti raccontati dalle cronache si possano commettere ancora ingenuità del genere. La storia che vi raccontiamo ha due protagonisti, o meglio un protagonista e una vittima: entrambi hanno poco meno di sessant’anni ed hanno intrattenuto una relazione sentimentale che è poi terminata. Ma quello che era accaduto, soprattutto gli scambi epistolari che in epoca moderna restano conservati grazie alle attuali tecniche di comunicazione rappresentavano una spada di Damocle sul capo dell’uomo che pian piano è finito in una spirale dalla quale presumibilmente non sarebbe uscito senza fare ricorso alle forze dell’ordine. Tutto ha inizio nella mattinata di martedì quando presso i Carabinieri di Casamicciola Terme – guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione e coordinati dal luogotenente Arturo Battello – si è presentato il 57enne D.M. che denunciava in prima battuta verbalmente di essere oggetto di minacce estorsive, con richieste reiterate di denaro da parte di una donna, R.D.

L’incontro fatale presso lo stazionamento dei taxi a Lacco Ameno: la vittima ha consegnato 300 euro ma in quel momento sono entrati in azione i carabinieri che hanno bloccato la donna

La vittima riferiva di aver intrattenuto una relazione sentimentale con una donna molti anni ma di essere coniugato con una terza persona. Un mese fa la ex lo aveva contattato per riallacciare il loro rapporto tramite whatsapp. Da quel momento avevano conversato a più riprese, parando anche di sesso in modo esplicito ma senza mai incontrarsi e, pare, scambiandosi materiale fotografico intimo. La situazione inizia però a degenerare verso la fine di febbraio quando la donna iniziava a fargli richieste di denaro col pretesto di un aiuto economico dal momento che si trovava in una situazione di difficoltà. D.M. gli elargiva dapprima 150 euro e poi altri 250 che la stessa gli aveva chiesto nuovamente. Il peggio però era dietro l’angolo, perché dopo questa ulteriore dazione, la donna iniziava a vessarlo con ulteriori richieste di denaro e di seguito a minacciarlo dicendogli che qualora non avesse acconsentito alle sue richieste di denaro, avrebbe rivelato alla famiglia tutti i messaggi vocali e in particolare quelli a sfondo sessuale che le aveva inviato. Una minaccia che intimoriva D.M. che a questo punto consegnava alla donna un’altra somma di denaro pari a 300 euro. Ma ormai l’uomo era davanti ad una vera e propria “sanguisuga” che non soddisfatta delle sue richieste proseguiva con le medesime minacce peraltro in modo sempre più aggressivo, richiedendo importi sempre maggiori al punto che – per chiudere definitivamente la vicenda – pretendeva la somma di 15.000 euro da versare sempre in contanti sia pure in rate mensili.

L’incontro fatale presso lo stazionamento dei taxi a Lacco Ameno: la vittima ha consegnato 300 euro ma in quel momento sono entrati in azione i carabinieri che hanno bloccato la donna

Dopo aver accettato anche quest’ulteriore richiesta, concordava un appuntamento presso lo stazionamento dei taxi sito a Lacco Ameno, al fine di consegnare la prima rata. Ma prima di farlo si è recata presso la Stazione dei carabinieri e l’epilogo è scontato. I carabinieri facevano scattare un servizio ad hoc e bloccavano la donna a Lacco Ameno. Condotta in caserma, R.D. veniva sottoposta agli adempimenti di rito e tratta in arresto. La stessa è stata posta agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si svolgerà dinanzi al gip alla presenza del difensore di fiducia avvocato Nicola Nicolella.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex