Statistiche
CRONACA

Coniglio ucciso a sassate, a Lacco la manifestazione in ricordo di Roger

In piazza Santa Restituta presenti il sindaco Giacomo Pascale, il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e una delegazione dell’associazione Ceda

Uccidere per diletto, perché godere della bellissimo mare di Lacco Ameno, dinanzi all’incantevole e incontaminata spiaggia di Varulo doveva apparire poco stimolante. E allora tra un tuffo dallo yacht, una nuotata e carichi di tintarella, visto il coniglietto custode dell’arenile nascosto era giusto – secondo loro – sacrificarlo sull’altare di una noia che uccide il buon senso e fa dilagare la banalità del male. Perché certo, qualcuno potrebbe obiettare che la morte di un coniglio, nella terra dove vengono cucinati ogni domenica, non dovrebbe fare scandalo, e invece l’uccisione di un essere vivente per puro diletto deve atterrire, perchè uccidere per divertimento è orripilante, un macabro passatempo, un pessimo esempio per i bambini presenti in loco.

La morte di Roger è stata accolta con orrore dalla comunità isolana, e con ribrezzo dai lettori dei media nazionali, dopo che la notizia ha raggiunto le principali testate nazionali. D’altronde lapidare un coniglio che si era guadagnata la libertà grazie alla propria particolare indole per puro divertimento è davvero aberrante. Un gesto incivile che è stato ricordato nel corteo organizzato il 29 sera nel cuore di Lacco Ameno, a Piazza Santa Restituta e che ha visto la partecipazione del primo cittadino Giacomo Pascale e del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e una folta rappresentanza dell’associazione Ceda che ha fortemente voluto il corteo in ricordo dell’animale ucciso. Un corteo che ha chiesto giustizia come già, qualche settimana fa, aveva fatto Giacomo Pascale sporgendo una denuncia contro ignoti per il misfatto.

“La vicenda del nostro amato Roger – fanno sapere Roberta una delle manifestanti – ha suscitato molte polemiche in Italia come in altri paesi, tanto è vero che molte associazioni si sono mobilitate per far sì che venga fatta giustizia. Grazie all’associazione CEDA onlus per aver organizzato il 29 agosto un corteo in ricordo di Roger (Ucciso barbaramente per gioco da Ignoti). Grazie al sindaco di Lacco ameno Giacomo Pascale che ha denunciato i fatti, sempre presente ed attivo per la difesa degli animali, insieme ad Alessandra Punzo, Roberta Marchetti, Ischia Verdi e Francesco Emilio Borrelli. Continueremo a cercare i colpevoli e non dimenticheremo ciò che è stato fatto. Che simili violenze non si ripetano mai più sulla nostra isola come in nessun’altra parte del mondo.
Roger, simbolo di tanti, troppi animali vittime di violenza da parte “dell’uomo”, merita giustizia!”

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button