ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Emergenza Mennella, Giosi Ferrandino scrive a de Magistris

di Francesco Castaldi

ISCHIA – Come promesso qualche giorno fa agli studenti dell’istituto “Mennella”, l’amministrazione comunale di Ischia, nella persona del sindaco Giosi Ferrandino, nel corso della giornata di lunedì ha provveduto ad inoltrare all’indirizzo dei vertici della Città metropolitana di Napoli una breve ma eloquente lettera, nella quale il primo cittadino dell’ente capofila ha esposto al sindaco metropolitano Luigi de Magistris le gravi problematiche che affliggono gli allievi dell’istituto professionale isolano, costretti loro malgrado ad effettuare i doppi turni in attesa che la loro questione di natura logistica venga risolta in tempi celeri. La vicenda degli studenti del “Cristofaro Mennella” tiene banco da diversi mesi, e il loro malcontento si è palesato ancor di più la scorsa settimana, quando i ragazzi hanno deciso di scendere in piazza per rivendicare a gran voce il proprio inalienabile diritto allo studio. Una battaglia, quella degli studenti dell’istituto superiore, nella quale sono stati coinvolti tutti i sindaci dell’isola d’Ischia, tra i quali figura anche Giosi Ferrandino, che come detto ha preso carta e penna e ha redatto e successivamente inviato una missiva al suo collega partenopeo Luigi de Magistris.

«In relazione all’oggetto – esordisce Ferrandino – si fa seguito all’incontro svoltosi presso il Comune di Forio alla presenza dei soggetti istituzionali interessati alla soluzione della emergenza determinatasi per l’Istituto d’istruzione secondaria comprendente l’Istituto per il Turismo, l’Istituto Tecnico per i Trasporti e la Logistica e l’Istituto Professionale Industria e Artigianato, allo stato ancora senza sede con grave compromissione del diritto allo studio della popolazione studentesca e disagi per il personale docente e amministrativo, per confermare la disponibilità del Comune di Ischia ad assicurare la ripresa delle lezioni presso la sede del Centro Polifunzionale di via Morgioni che già ospita – allo stato sine titulo – alcune  classi del Liceo Statale di Ischia in esubero rispetto alla disponibilità della sede acquistata dalla Provincia di Napoli ora Città Metropolitana nell’anno 2012 per le finalità degli istituti di istruzione secondaria superiore dell’isola di Ischia presso il medesimo Centro Polifunzionale di via Morgioni».

«Il Comune di Ischia – prosegue Giosi Ferrandino – ribadisce la disponibilità a cedere – nelle forme più idonee ad assicurare i reciproci interessi degli enti coinvolti – alla Città Metropolitana di Napoli per le esigenze degli istituti di istruzione secondari dell’isola di Ischia, la ulteriore porzione di immobile Polifunzionale comprendente le aule allo stato temporaneamente occupate dal Liceo Statale e le ulteriori aule necessarie alle esigenze dell’istituto di istruzione secondaria Cristoforo Mennella. Solo a fini riepilogativi della complessa situazione determinatasi giovi peraltro evidenziare che la Sezione Distaccata di Ischia del Tribunale di Napoli è allo stato ospitata – ancora senza titolo- nei locali dell’Ex Liceo Classico  Giovanni Scotti  di Ischia in virtù di Convenzione -ampiamente  scaduta –  sottoscritta dal Comune di Ischia e la Provincia di Napoli ora Città Metropolitana di Napoli  in data 10.12.2010 per il lavori di adeguamento dell’immobile di proprietà comunale destinato a Sezione distaccata del Tribunale di Napoli Sezione di Ischia».

«È appena il caso di far rilevare – scrive ancora il sindaco di Ischia – che al fine di dotare la platea scolastica degli istituti di istruzione secondaria dell’isola di un moderno e finalmente funzionale plesso scolastico consentendo alla Città metropolitana la risoluzione dei fitti passivi ancora in corso sull’isola con evidente aggravio di spesa, occorra procedere con immediatezza allo svolgimento dei lavori di ristrutturazione e adeguamento dell’intero Plesso Scolastico L.S. Scotti – Einstein di via Michele Mazzella secondo il progetto già approvato e finanziato dalla Città Metropolitana  in indirizzo ed il cui iter procedimentale è oramai completato. In attesa di riscontro – conclude Ferrandino – si conferma la disponibilità del Comune di Ischia alla individuazione della soluzione più idonea ad assicurare l’interesse pubblico nel caso de quo».

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex