Statistiche
LE OPINIONI

Il body building è una gara d’estetica, non uno sport

Dosi elevate di creatina e la sua prolungata somministrazione hanno effetti “coprenti” nei confronti di steroidi anabolizzanti

Sport significa competizione reale e misurabile, parametri reali e riproducibili. Nel mondo dello sport, se una squadra vince 3 a 2 non c’è dubbio su chi ha vinto. Qual è l’etica e lo spirito sportivo dietro il Body Building? E’ una gara d’estetica, è come i concorsi di bellezza: si sale su un palco e una commissione di persone dà un voto soggettivo a un qualcosa di soggettivo (parametri soggettivi non realmente misurabili e reali). Il Body Building non può essere considerato un sport, il bodybuilding e affini non sono uno sport

Gara di body building

Le persone “normali”, quando vedono il fisico di un bodybuilder da gara non provano ammirazione, ma hanno espressioni al limite del disgusto, vedono un ammasso di sostanze anabolizzanti che si muove, vedono persone che farebbero rabbrividire gli alchimisti viste le sostanze che assumono. Si sentono offesi e ti attaccano con insulti assurdi solo perché sostieni che, facendo la panca, addurre le scapole serve a salvarti le spalle. Il bodybuilding è morto. E’ stato chi lo pratica a ucciderlo. Alla Fiera del Wellness di Rimini, gli appassionati sono attirati quasi esclusivamente dai corsi fitness, corsi di tutti i tipi: funzionale, spinning, arrampicata sportiva, corsa sul tappeto anche magnetico, fit Boxe, acqua gym sino ad arrivare al Bikram yoga, alla Zumba Fitness, ecc. I padiglioni di questi corsi sono stracolmi di gente che si allena con i vari istruttori. La situazione del body building italiano è finito? Da quello che si vede alla fiera del Fitness a Rimini, il Body Building oramai è in fondo alla Scala delle categorie del Fitness. Sì, ci sono sempre i soliti appassionati che non molleranno mai per carità, ma non ho visto una ressa in certi padiglioni come un tempo. Forse perché i campioni, naturalmente dopati, non sono più invitati dato che non ne vale la pena.

La piaga del doping

Sicuramente perché la piaga del doping ha affossato questo settore che sport non si può proprio definire. La gente comune quando vede fisici innaturali gonfi a dismisura scappa! E’ ovvio! Non c’è più armonia o pathos come ai tempi di Frank Zane. Non ho mai nascosto il mio scetticismo verso questa disciplina specialmente verso un certo modo di interpretarla, una posizione che, negli anni, mi è costata, e continua a costarmi, moltissime critiche, ma “Non ragioniam di loro, ma guarda e passa”. Vorrei ricordare Frank Zane che ha vinto tre mr Olympia e pesava poco più di 80 kg. Oggi, ragazzi che hanno il fisico più grosso e definito di Zane, si trovano praticamente quasi in tutte le palestre. Cosa è successo? Sono diventati tutti geneticamente superdotati o superdopati? Un fisico eccellente, dove si armonizzano volumi muscolari notevoli e definizione al 3 – 4% è già di per sé una condizione “innaturale”.

Ads

Sviluppi muscolari ottenibili solo col il doping

Ads

Problema risolto per le domande e la curiosità dei praticanti quando si riferiscono al doping, cioè al fatto che certi sviluppi muscolari sono ottenibili solo con steroidi anabolizzanti e affini, è proprio così. Ha ragioni da vendere chi pensa che quest’attività, che non si può proprio definire sport, sia solo appannaggio per dopati e che certe muscolature siano ottenibili solo grazie ai farmaci. Poi se aggiungiamo che questi padiglioni sono frequentati da appassionati palesemente dopati, capite bene che il cerchio si chiude. Si vede gente che per l’occasione si è pompata di farmaci a dismisura. Queste persone che sfoggiano con “finto” orgoglio braccia assurde, non li capisco! E’ come barare o truccare una partita, che gusto c’è a ottenere una cosa barando palesemente. Chi la pensa così, diffonda su Facebook il vero sport natural, anche se non avremo 48 di braccio. Facciamo nascere una community sana che si allena col duro lavoro con gli esercizi di strappo, slancio, girate, tirate, pliometria, balzi dall’alto, balzi su box varie altezze, accelerazioni, scatti, ripartenze, Tabata, e dell’allenamento funzionale, un’attrezzatura basica formata da kettlebell, corde, TRX, barra per trazioni, corde jump rope, clave, etc, nuoto, bici, corsa, squat, stacco, sbarra, panca, distensioni! Quale obeso muscolato potrà mai competere con un ginnasta? Credo che nessun body builder si è mai allenato con i sollevatori olimpici dopo aver constatato la sua palese scarsa condizione atletica.

Allenamento e doping

Il vincitore di un mr natural, alto 170 col peso di 90 kg striato e definito come la carta vetrata deve la sua vittoria, non ci sono dubbi a: una buona genetica, anni di allenamento e una montagna di doping sofisticatissimo. Ricorrdo la squadra Russa squalificata dai giochi Olimpici per doping e tutti gli atleti si dichiaravano puliti al 100%! Vien da ridere quando sento che la maggior parte dei naturlal sostiene che è uno sviluppo ottenibile senza doping. Cominciamo allora col dire che il termine “natural”, coniato in origine per diffondere uno sviluppo muscolare più normale, è oramai completamente frainteso.

Gare natural

Nelle gare natural, paradossalmente, sembra non essere obbligatorio il test antidoping, i parametri usati per limitare lo sviluppo muscolare (tipo altezza/peso) in realtà eliminano solamente certo doping a favore di altro. Se non ci sono limiti allo sviluppo in una determinata categoria, il doping sarà usato sia per ricercare la massima muscolosità che la massima definizione. Se invece ci sono dei limiti, il doping si orienterà su sostanze in grado di favorire la voluminizzazione a parità di peso e la definizione. In ogni caso qualsiasi sviluppo che coniuga ai massimi livelli estetici massa muscolare e definizione, attinge al doping. Duro ammetterlo, ma è così. Non siete convinti? Vi fornisco un altro elemento: lo sviluppo delle braccia. L’estetica culturistica vuole braccia enormi, enormi rispetto alla naturale proporzione che esiste tra gli arti e il busto. Diventando grossi e forti in maniera naturale, la proporzione anatomica non cambia granché, aumenta il peso corporeo e la massa muscolare del busto e degli arti nel complesso. Invece ritornando al vincitore di mr natural, solitamente mostra in proporzione, un incredibile sviluppo muscolare delle braccia. Infine, per complicare ancora di più il giudizio, ci sono ragazzi con fisici mediocri, che per farsi venire gli addominali a cubetti o il bicipite un po’ più rotondo, assumono efedrina e fanno dei “cicletti di steroidi”. Mostrano così una forma fisica discreta che potrebbe veramente essere natural, ma che in realtà è frutto del doping!  E allora qual è la conclusione, sarà natural? Sarà dopato? Sarà che spesso c’è molto più doping di quello che si può immaginare. Il body building non è naturale per sua natura!

Dimmi come ti alleni e ti dirò se sei dopato

Una regola che dovete sempre tenere a mente, non fatevi ingannare dagli articoli o dai seminari dei mostri di genetica naturalmente dopati, che affermano di non fare particolari cicli di forza. Loro lo dicono perché non hanno mai avuto bisogno di farli perché l’hanno sempre tenuta alta grazie a cicli e cicli di steroidi anabolizzanti. Ma la maggior parte dei veri natural, non assumendo farmaci, è costretta a fare  costantemente  dei mesocicli di forza, in quanto questo è l’unico modo per aumentarla. Infatti, stessi carichi protratti nel tempo, non portano mai a un aumento muscolare. La forza è l’unico elemento che può e deve essere aumentato per un sempre maggiore stimolo muscolare.

La creatina ha effetti coprenti per gli steroidi anabolizzanti

A molti body builder interessa apparire piuttosto che essere forte. La creatina è l’esempio più lampante. Il vero effetto della creatina è soprattutto volumizzante, muscoli grossi e gonfi dovuti alla ritenzione idrica. C’è da fare una ulteriore considerazione, si sa che dosi elevate di creatina e la sua prolungata somministrazione hanno effetti “coprenti” nei confronti di steroidi anabolizzanti, prodotti inseriti nella lista proibita del Cio. Insomma, creatina e affini potrebbero servire a mascherare farmaci illeciti.

Insegnante Tecnico Nazionale Federale F.I.P.C.F. – C.O.N.I

Preparatore atletico

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
4 Commenti
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Gianluca Fanni

Articolo ben scritto e molto forbito. Una vera e drammatica piaga il doping, che però tocca tutti gli sport, molto più del bodybuilding, che non può passare inosservato i quanto genera dei corpi che non esistono in natura. Dunque pare che si attacchi, a ragione ovviamente, il bodybuilding perché da nell’occhio, ma sostanze dopanti sofisticatissime e cicli complessi di utilizzo sono la piaga di tutti gli sport. Almeno come giustamente ha fatto notare il bodybuilding non è uno sport ma l’esibizione edonistica e narcisista di individui che non appartengono a nessuna categoria sportiva. Penso sia mille, diecimila, un milione di volte più deplorevole l’utilizzo che fanno i cosiddetti atleti della pratica doping, dove il loro corpo non da nell’occhio,, ma anche qui ottengono risultati, tempi, e performance che in natuta non esistono… per correttezza.. cosa ne pensa??

De Napoli Nicola

Sono totalmente d’accordo, con l’articolo precedente. sul bodybuilding e doping. Quello che più mi lascia perplesso è, vedere certi b.b.,quando smettono di fare gare, e di assumere farmaci, diventano delle larve. Privi di ogni forma di muscoli, come se non avessero, mai fatto, bodybuilding, o qualsiasi tipo di sport. E invece sono Mr universo, Mr olimpia. Tanto che spesso, penso di avere ora un confronto, io che mi alleno dal 1975,e ancora oggi a 64 anni ho ancora, un certo fisico, con loro. A che serve superdoparsi, se poi, o muori a 50 anni, o perdi tutto e, torno a dire, diventi una larva (vedi coleman). Anche se, devo dirlo, per correttezza, oggi si dopano in qualsiasi sport, anche se non gareggiano. Perché vincere, oggi, apporta un sacco di soldi. Certo fin che dura….

Daniele Peli

L’ atletica è una gara di VELOCITA’ non uno sport…..Il Calcio è una gara di goal, non uno sport…….ma quanta ignoranza c’è ancora……TANTA

Davide samaritani

penso che ci sia molta disinformazione sulla prima parte, perchè parli del bodybuilding così perchè ti sta sul cazzo… però nel bodybuilding si può doparsi. non vuoi crederci?non farlo ma sappi che non è la verità. mi fa incazzare chi si dopa dove non si può, è il bodybuilding è uno sport dove questa cosa non accade.

Back to top button
4
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x