LE OPINIONI

IL COMMENTO Il turismo e quella voglia matta di ripartire

Siamo ritornati a rincontrarci per parlare nel corso del convegno “Hotel Leader LaB svoltosi al Teatro Polifunzionale di Ischia di destagionalizzazione. L’iniziativa, promossa e organizzata da Albergatore Pro, Titanka!, IVH, in collaborazione con Federalberghi Ischia & Procida e #iloveIschia è nata per offrire ai professionisti dell’ospitalità nuovi strumenti per affrontare le grandi sfide che si prospettano nel mercato dell’accoglienza a seguito della pandemia. Hotel Leader Lab Ischia, al quale hanno aderito oltre 140 partecipanti, è il corso che guida gli operatori del settore nel definire le scelte gestionali, di marketing strategico, web marketing e revenue management che portano il successo di una struttura ricettiva. Per noi è stato un momento per ritrovarci da vicino dopo i mesi di distanza forzata. C’è voglia di ripartire e di fare cose nuove e speriamo che ci sia anche la voglia di condividere dei dati. E proprio da questi siamo ripartiti. Spesso, infatti, si ha l’idea di avere avuto una stagione boom. Mentre i dati in nostro possesso mettono in evidenza come si diversifica il turismo dal 2019 alla stagione al 2021.

Nel 2019 la stagione isolana ha registrato circa 3milioni e mezzo di presenze, nell’anno della pandemia, ovvero nel 2020, invece, abbiamo avuto un milione e 200mila di turisti. Quest’anno abbiamo registrato (fino a fine agosto) poco più di un milione di presenze. Aggiungendo le presenze di settembre ed ottobre dovremmo superare i dati dello scorso anno. si tratta, in ogni caso, di numeri che sottolineano la distanza rispetto alle presenze registrate nel 2019. Da qui siamo partiti per parlare di destagionalizzazione. L’economia isolana non può reggere o supportare un numero di circa 12mila collaboratori che lavora circa quattro mesi l’anno con poco più di due mesi l’anno di Naspi. Dobbiamo far sì che la nostra stagionalità sia più lunga e che possa arrivare almeno fino alle vacanze natalizie. Ischia non può paragonarsi a destinazioni che normalmente già da anni lavorano solo tre mesi mezzo l’anno. Ischia è una professionista del turismo che può e deve lavorare 8/9 mesi l’anno. Le istituzioni devono essere accanto agli albergatori e supportarli affinché venga coordinato un processo collettivo per la destagionalizzazione del turismo isolano. Siamo consapevoli che ci vuole tempo ed investimenti. Noi siamo pronti.

* PRESIDENTE FEDERALBERGHI ISCHIA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex