Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Il tennis tiene in forma Davide Conte che si muove come una “star” e con Maria Grazia Di Scala fa le prove tecniche di…candidatura

L’ONDA ANOMALA DI “ADESSO ISCHIA” CONTRO ENZO FERRANDINO FA DAVVERO PAURA? LE RISPOSTE DEL LEADER DEL MOVIMENTO NELLA NOSTRA INTERVISTA – “Sono abituato alle grandi sfide” - “Non era più possibile restare in un partito che è letteralmente scomparso dal territorio isolano” - “Diceva JFK che se non ti interessi di politica, un giorno sarà la politica ad interessarsi di te” ed ancora “Non chiederti cosa può fare il paese per te, ma cosa puoi fare tu per il tuo paese”

La simpatica “sfrontatezza”…politica di Davide Conte incomincia a far paura. Chi lo guarda a vista pensa a come fermare l’”onda anomala” cosi la considerano, che avanza, a otto mesi dalle elezioni comunali a Ischia. Diciamolo quant’è: Davide Conte che incarna il “nuovo”, si muove come una Star, evidentemente cosciente di esserlo, in un ambiente dove spaziano e dominano le sole “truppe” che fanno capo al sindaco Enzo Ferrandino.La qualcosa non lo preoccupa affatto. Anzi le prove tecniche di… candidatura per il suo Movimento presentato sabato scorso al Calise di Piazza degli Eroi, pare abbiano dato le risposte attese. Infatti Se lo scopo era quello di far arrivare un segnale alla cosiddetta “società civile” di Ischia, si può dire che esso è stato raggiunto, diciamo così, in pieno.

IN FORMA PERFETTA DAVIDE CONTE TENNSTA A...TUTTO CAMPO
IN FORMA PERFETTA DAVIDE CONTE TENNSTA A…TUTTO CAMPO

“ADESSO ISCHIA”, ai nastri di partenza ufficiali sabato scorso al Calise, in concomitanza con altri due importanti convegni a Forio, ha saputo ritagliarsi una sua vasta fetta di pubblico (circa 120 persone) in un momento in cui, oltretutto, l’aria che tira non è certo propizia a situazioni antitetiche alle amministrazioni comunali in carica. Al grido di “Finalmente puoi scegliere”, quelli di ADESSO ISCHIA, con in testa la piacevole scoperta della competenza e del pragmatismo dell’ideatore e coordinatore Fabrizio Fiorito e con l’innegabile esperienza dei due leader e primi aderenti, Maria Grazia Di Scala e Davide Conte, hanno dimostrato di non avere alcuna intenzione di sottostare al potere porte di Enzo Ferrandino e Dionigi Gaudioso, proponendosi come alternativa “seria e credibile” in vista delle prossime elezioni di primavera nei due rispettivi Comuni. E la presenza di moltissimi giovani, alcuni dei quali hanno ampiamente dimostrato, con il loro intervento, di essere anch’essi pronti a misurarsi con una realtà difficile ma che andrà pur affrontata in qualche modo, è il segnale più forte che la manifestazione di sabato mattina ha saputo lanciare all’elettorato locale e, perché no, ai potenziali avversari già in carica. Fatta questa premessa che spiega l’incidenza che il nuovo movimento si prefigge di avere nel contesto politico locale, abbiamo posto cinque domanda a Davide Conte in intervista che qui di sseguito riportiamo:1) Tu e la Di Scala avete lasciato Forza Italia per aderire a Fratelli d’italia della Meloni. Come spieghi questo “passaggio” e dove vi ti portera’? R / Posso ovviamente rispondere per quel che mi riguarda, anche se per molti aspetti la scelta di Maria Grazia e la mia collimino perfettamente. Forza Italia è stata la mia casa politica per ben ventisette anni e amo ripetere che ancora oggi, se ne sento l’inno, mi emoziono. Tuttavia non era più possibile restare in un partito che è letteralmente scomparso dal territorio isolano dopo anni in cui ne è stato leader, elettoralmente parlando, e che nel Comune di Ischia ha perso entrambi i suoi consiglieri comunali eletti, passati in maggioranza come se nulla fosse accaduto. E se vogliamo considerare, alla luce dei miei ormai cinquantacinque anni, un minimo di legittima prospettiva personale, la strada sarebbe rimasta ancora sbarrata dalle diverse priorità di chi ne è alla guida.

IL LOGO DI ADESSO ISCHIA
IL LOGO DI ADESSO ISCHIA

Direi comunque che ho solo cambiato appartamento, restando nello stesso condominio: del resto, io a sinistra non so neppure guidare. Spero possa bastare!2) L’ incontro al Calise dobbiamo “salutarlo” come un tuo ritorno alla politica attiva o soltanto un tentativo plateale per capire se vi sono le condizioni per una tua nuova discesa in campo in vista delle prossime elezioni di maggio 2022 a Ischia.R / Se ti piace, puoi considerare valide entrambe le ipotesi. ADESSO ISCHIA nasce dall’idea del mio fraterno amico Fabrizio Fiorito, uno che è sempre stato lontano dai riflettori e ancor di più dalla politica, ma che vanta un background professionale di caratura internazionale. Il suo progetto mi ha affascinato sin dall’inizio e ne ho tratto spunto per tornare a sostenere delle tematiche di interesse comune a prescindere dalla mia appartenenza partitica e ideologica, tenuto conto che si tratta di un contenitore aperto a chiunque e che fare politica non prevede necessariamente una candidatura o un ruolo. E’ ovvio che sia Fabrizio sia gli altri amici che hanno già aderito a ADESSO ISCHIA vedrebbero molto favorevolmente un mio ritorno in campo, ma alla mia età il tempo di buttarti nel fuoco senza riflettere è finito da un bel po’: insieme alla mia famiglia e al mio ambiente lavorativo, sono stato molto più tranquillo nove anni senza Comune; e se proprio dovessi decidere di tornarci, vorrei almeno essere sicuro di farlo come dico io e con chi dico io, consapevole di giocarmela ad armi pari contro chiunque e, soprattutto, entrando dalla porta principale e in modo determinante. 3) credi siano giusti i tempi, qualora sarai della partita, di misurarti con l’attuale sindaco di Ischia Enzo Ferrandino e sconfiggerlo sul campo?R / Personalmente sono abituato alle grandi sfide, ma non è questo il punto: ove mai dovessi essere io il candidato Sindaco di una coalizione, cosa che al momento è ancora fuori dalle decisioni dell’agenda politica di ADESSO ISCHIA, il mio obiettivo sarebbe quello di misurarmi innanzitutto con la gente, a prescindere dai miei competitor.

ADESSO ISCHIA - MARCO TROFA, FABRIZIO FIORITO,MARIA GRAZIA DI SCALA,DAVIDE CONTE, VALERIO D'AMBRA E FABIO SILVESTRI
ADESSO ISCHIA – MARCO TROFA, FABRIZIO FIORITO,MARIA GRAZIA DI SCALA,DAVIDE CONTE, VALERIO D’AMBRA E FABIO SILVESTRI

Il punto che manca alla politica ischitana è proprio quello: se vogliamo guardare al futuro, dovrà vincere un insieme di idee giuste che cammineranno sulle gambe della squadra giusta e che dovranno essere comprese e sostenute dalla gente di Ischia. E’ questa l’unica condizione utile a cambiare rotta! E anche affinché mi si possa convincere a candidarmi.4) per il costruendo parcheggio della Siena che posizione hai e quali sono stati, se ci sono stati, i tuoi personali interventi nel pubblico dibattito che ancora tiene agitata la vicenda?R / Mi sono espresso a più riprese a favore dell’opera, che oggi come all’epoca della sua approvazione risulterebbe indispensabile per l’equilibrio urbano della zona di Ischia Ponte, in attesa di un piano traffico e di mobilità sostenibile di ben più ampio respiro e che riguardi l’intero territorio comunale, se non tutta l’Isola. Tuttavia, le lungaggini dei lavori in corso stanno provocando danni inenarrabili al Centro Storico, alla cittadinanza e all’immagine dell’isola intera, raggiungendo il ridicolo agli occhi degli Ospiti che, da cinque anni a questa parte, tornano ad Ischia e ritrovano quel cantiere a cielo aperto e con lavori che procedono a singhiozzo. Sotto questo aspetto, ancorché si tratti di un’opera privata ma finanziata con soldi pubblici, l’inerzia dell’amministrazione comunale in carica dovrebbe far gridare vendetta un po’ a tutti. Sarebbe ora di svegliarsi!5) La maniera di fare turismo a Ischia e’ da sempre motivo di discussioni e polemiche. Si cercano idee. Tu ne hai una in particolare?R / Sì. Io sono sempre stato un sostenitore della tesi che la ricettività turistica di Ischia, consistente in ormai ben oltre i tradizionali trentamila posti letto, è in grado di accontentare la domanda piùvariegata, dal low cost al luxury puro. In altre parole, c’è spazio per tutti! Quel che manca, invece, è il famoso “sistema turistico locale”, quello che consente di porre in sinergia tutti gli attori del turismo sull’isola d’Ischia. Nel 2006, prima che fossimo sfiduciati, con l’Amministrazione Brandi avevamo incaricato il team del Master in Economia del Turismo dell’Università Bocconi a sviluppare il progetto di sistema per il nostro Comune: un progetto che, ancora oggi, sarebbe di grandissima attualità ed utilità per l’intera isola d’Ischia. Poi le cose andarono come tutti sanno e chi è succeduto a noi ha ben pensato di ignorare quel progetto, stornandone i fondi e utilizzandoli forse diversamente. Sarebbe di certo una delle prime idee che mi piacerebbe attuare!

Foto Giovan Giuseppe Lubrano Fotoreporter

Ads

antoniolubrano1941@gmail.com

Ads

info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x