ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La denuncia del turista: «Pochi cestini, inevitabile la sporcizia su strade e marciapiedi»

CASAMICCIOLA TERME. Con l’addentrarsi nel vivo della stagione turistica, la popolazione isolana di fatto raddoppia, con tutte le implicazioni del caso. L’isola e i suoi servizi vengono sottoposti a una pressione più intensa che impietosamente evidenzia le non poche criticità presenti sul territorio. Tra queste, anche le carenze in tema di raccolta dei rifiuti. Ieri abbiamo pubblicato un ampio servizio sui dati di Legambiente riguardanti la raccolta differenziata nei comuni italiani e in particolare in quelli dei comuni isolani. Ma non sono soltanto i dati statistici a livello generale quelli che possono indicare i punti deboli del sistema. Un nostro lettore, turista in vacanza sull’isola, ci ha infatti scritto segnalandoci l’insufficiente svuotatura dei cestini portarifiuti nel comune di Casamicciola, dove ha scelto di trascorrere le vacanze con la sua famiglia e il cane al seguito. Proprio la presenza dell’amico a quattro zampe ha rivelato una ben precisa criticità: «Casamicciola è una cittadina molto bella – scrive il nostro lettore – la gente del posto è molto cordiale, ma c’è una carenza che riguarda la pulizia dei marciapiedi e dei cestini porta-rifiuti. Sono una persona che raccogliere sempre le feci del mio cane, e trovare un cestino per buttarle è un’impresa non facile e se lo trovi trabocca. A volte ho dovuto portarla a casa». Purtroppo l’insufficiente numero di cestini, che a prima vista può sembrare un particolare del tutto secondario, porta rapidamente alla saturazione i pochi recipienti presenti, con la conseguenza che in poco tempo marciapiedi e strade si ricoprono di rifiuti. Il turista nella sua missiva ha anche lamentato l’insufficiente presenza di operatori ecologici in azione laddove non arriva la spazzatrice: in certi angoli ci si imbatte in ogni sorta di rifiuti, e questo alla lunga danneggia l’immagine della cittadina termale.« Siamo andati a visitare Capri – scrive ancora il nostro ospite – e  abbiamo notato la pulizia delle strade, il verde molto curato e parecchi cestini con la raccolta differenziata».  Il dettaglio discriminante è però un altro: «In un paio d’ore – continua il turista – abbiamo visto passare due volte gli operatori ecologici a svuotare i cestini. Sarebbe proprio da prendere a esempio, visto che anche a Capri vivono di turismo. Pensavamo che il problema della pulizia fosse più pressante per l’amministrazione comunale, visto che Casamicciola ha una spiccata vocazione turistica. Speriamo che in futuro le cose migliorino». Al di là della legittima segnalazione del nostro ospite, è indubbio che l’isola viva un momento difficile riguardo la raccolta dei rifiuti. In casi come questo, anche quando l’utente è collaborativo e rispettoso dei regolamenti locali e delle norme in materia di raccolta differenziata, ci si imbatte nell’insufficienza dei servizi. Tuttavia, va dato atto della circostanza che molto spesso l’abnorme accumulo di rifiuti in varie zone è causato in gran parte dal mancato rispetto dei cittadini della tabella di conferimento, e questo accade in tutti i comuni isolani, anche i più “virtuosi”. Anche in questo caso, molto spesso è il senso civico a fare la differenza.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close