Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

La scuola riparte tra luci e ombre

Inizia la settimana che apre il nuovo anno didattico sulla nostra isola: si parte a “tappe” e quasi totalmente in presenza. Il grido di dolore del dirigente scolastico dell’Alberghiero Mario Sironi, che lamenta ancora una volta la carenza di aule. Tutto pronto anche per i progetti di accoglienza

Pronti, via. In quasi tutti gli istituti scolastici isolani questa mattina suonerà la campanella. Non mancano le criticità. Al Telese, ad esempio, si comincerà con un giorno a settimana di didattica a distanza. Per Mario Sironi, dirigente scolastico dell’Istituto professionale Telese di Ischia da sette anni, è di fatto una scelta obbligata. «Mi mancano 15 aule, ma non da ora: la scuola è senza spazi sufficienti da oltre vent’anni. Quest’anno, quindi, non potendo applicare le soluzioni alternative finora sostenute, avrò gli studenti del biennio regolarmente a scuola sei giorni, mentre le classi del triennio faranno un giorno a settimana in Dad a rotazione». L’alberghiero è frequentato da circa 800 studenti distribuiti nelle 40 classi, a cui aggiungere 111 docenti, 29 personale Ata e 56 di sostegno (ne mancano ancora 13) essendo «una scuola molto inclusiva». Sironi spiega che ha «proposto molte soluzioni. Ci sono hotel vuoti e un alberghiero può fare lezione in quegli ambienti ma non abbiamo mai ricevuto risposta alle nostre proposte. Quello che è evidente – insiste – è un problema di diritto scolastico a Ischia: qui s’è costruito di tutto tranne le scuole. Nessuno ha mai deciso un piano di diritto scolastico per le superiori, questo è il punto».

Durante la pandemia i ragazzi del Telese non vivevano grossi disagi e il dirigente era riuscito a organizzare le turnazioni. «Prima del Covid avevo un modello College: essendoci molti laboratori, supplivo alla carenza di aule tenendo anche tre classi in contemporanea, con gruppi classe che entravano e uscivano continuamente. L’anno scorso con capienza dal 50 al 75% reggevamo. Quest’anno al 100% e la scuola per adulti al pomeriggio, ² ragazzi sarebbero usciti alle 19.50: improponibile per loro e per i docenti, per il 60% fuori sede e quindi impossibilitati a prendere trasporti marittimi». Al Circolo Didattico Ischia sono cominciate le attività con gli alunni. I bambini di seconda e terza stanno facendo delle attività per implementare i rapporti relazionali mentre i bambini delle classi quarte stanno facendo attività consolidamento. Programmato l’inizio dell’inizio dell’anno scolastico per domani con il progetto accoglienza che vede i bambini delle classi seconde accogliere i nuovi iscritti. Da mercoledì tutti i bambini delle elementari torneranno tra i banchi. Diversa, invece, l’organizzazione per l’infanzia. Da mercoledì a venerdì prossimo ci saranno solo i nuovi iscritti e dalla settimana successiva tutti torneranno tra i banchetti.

Pronta anche l’organizzazione anche per il Liceo Ischia dove le lezioni cominceranno domani martedì 14. Suona oggi la prima campanella all’Istituto Mennella. A Forio, alla scuola secondaria di primo grado, i giorni 8, 9 e 10 settembre sono stati dedicati alle attività di accoglienza. Gli alunni sono stati suddivisi in due gruppi d’accoglienza, in ordine alfabetico. Previsto per oggi l’ingresso in classe gli alunni delle prime e delle terze, il giorno successivo quelli delle prime e delle seconde e dal 15 tutti i ragazzi con orari scaglionati. Orari e giorni scaglionati anche per i bambini della scuola primaria che sono tornati in classe a partire da mercoledì 8 settembre. Ancora due giorni di vacanze per gli alunni del ‘Mattei’ che torneranno in classe mercoledì 15 settembre come da previsione del calendario scolastico regionale.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x