CRONACAPRIMO PIANO

Lacco Ameno, assegnata la redazione del preliminare del Puc

Sarà lo studio Oliviero di Ercolano a preparare il documento entro il 20 gennaio. Dopo tale termine il piano definitivo dovrà essere approvato entro i tre mesi successivi

Le scadenze incombono per i Comuni non ancora dotati del Piano Urbanistico Comunale. E tra questi c’è anche Lacco Ameno. Il paese del Fungo, dopo la caduta dell’amministrazione Pascale con sette mesi di anticipo sulla fine naturale della consiliatura, è retto dal Commissario prefettizio Simonetta Calcaterra. A un mese da suo insediamento, la Regione Campania aveva diffidato il Comune entro 60 giorni dalla notifica (cioè con scadenza il 20 gennaio 2020), all’approvazione del Preliminare di Piano Urbanistico, e poi ad adottare il definitivo Piano Urbanistico Comunale (PUC) entro e non oltre i successivi 90 giorni dalla scadenza del primo termine, in sostanza entro il 20 aprile 2019 nell’ambito dei 150 giorni previsti dalla Delibera di Giunta Regionale del 26 marzo scorso. In caso contrario, arriverebbe un altro Commissario, l’ennesimo, coi poteri sostitutivi per varare il Piano stesso.

Come molti ricorderanno, l’amministrazione Pascale, allo scopo di approntare con competenze qualificate i necessari studi preliminari all’adozione del Puc, nel maggio 2018 aveva siglato un accordo-quadro, insieme al Comune di Casamicciola Terme, col Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” -, per attività di collaborazione scientifica e di supporto alla didattica dei Comuni e di ricerca, consulenza e formazione. La collaborazione diede modo al Dipartimento di effettuare la raccolta ed analisi di dati utili alla conoscenza del territorio in relazione alla vulnerabilità delle aree e degli edifici, lo studio dei sistemi insediativi, ambientali e infrastrutturali in relazione al paesaggio, e la costruzione di scenari e visioni strategiche preliminari da far confluire nell’idonea documentazione scientifica, diretta alla predisposizione non solo di un piano di recupero delle aree colpite dal sisma dello scorso 21.08.2017, ma anche di una più generica pianificazione di tutto il territorio comunale. Nel frattempo furono assegnati ed eseguiti anche gli studi di microzonazione sismica. A ottobre, appena insediato il Commissario, venne costituito l’Ufficio di Piano per il Puc, formato dagli architetti Dellegrottaglie e D’Andrea. Tuttavia, col personale comunale impegnato con le incombenze post-sisma, il Comune ha affidato a professionisti esterni la redazione del Piano Urbanistico Comunale pur utilizzando i dati acquisiti e gli esiti degli studi elaborati dal Dipartimento di Architettura e della microzonazione. L’Ufficio tecnico ha quantificato la prestazione in un importo pari ad € 39.044,23 oltre oneri previdenziali ed IVA. Di conseguenza, tramite trattativa diretta, si è proceduto all’affidamento diretto allo “Studio Tecnico Oliviero Antonio” con sede legale a Ercolano dell’incarico di “redazione del Piano Urbanistico Comunale (PUC) e redazione, a supporto dell’autorità procedente, del rapporto ambientale nell’ambito del connesso procedimento di Vas, carta uso agricolo del suolo ezonizzazione acustica, per il comune di Lacco Ameno”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close